https://mantovauno.it/cronaca/non-ce-lha-fatta-il-carabiniere-colpito-da-trombosi-cerebrale-sara-disposta-lautopsia-per-far-luce-sulle-cause/

Deceduto il maresciallo dei carabinieri colpito da emorragia cerebrale nel mantovano

Il maresciallo dei carabinieri di 50 anni in servizio presso il comando provinciale di Mantova non è sopravvissuto alla grave trombosi cerebrale che l’aveva colpito due giorni fa.

Il militare era stato ricoverato d’urgenza ed era stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico. Purtroppo le sue condizioni sono sempre rimaste gravissime.

Da quanto riporta “Mantova Uno” , il militare si era sottoposto alla vaccinazione con il siero di AstraZeneca 11 giorni prima del ricovero, motivo per cui da parte di Asst Mantova è scattata una serie di accertamenti. La sua cartella clinica è già stata inviata all’Istituto Superiore di Sanità. ↓

I primi giorni dopo il vaccino – si apprende da Mantova Uno – pare che il carabiniere stesse bene, poi il sesto giorno dopo l’immunizzazione ha iniziato ad accusare dei forti mal di testa che non gli hanno impedito però di lavorare. Fino a due giorni fa quando le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate. 

La Tac a cui è stato subito sottoposto dopo il suo ingresso al Pronto Soccorso ha accertato che si trattava di una trombosi cerebrale.

I medici del Poma in un primo momento hanno escluso una relazione tra il vaccino e la trombosi. Sono partiti però tutti gli accertamenti per fare chiarezza se vi possa essere stato un qualsiasi legame tra la trombosi fatale, il malore e il conseguente decesso dell’uomo.

Nei prossimi giorni sarà effettuata anche l’autopsia così come accaduto per tutti gli altri casi di decessi dopo il vaccino anti-Covid.

FONTE MANTOVA UNO


Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…






Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento