TFS . Partono i ricorsi della Polizia e degli appartenenti alle Forze dell’Ordine. Nulla per le tre Forze Armate

https://www.lavoroediritti.com/leggi-e-prassi/riscatto-tfs-tfr-domanda-inps-online

Il conteggio dei sei scatti sul Trattamento di Fine Servizio , come avevamo reso noto lo scorso 27 luglio 2020 ( clicca qui ), spetta anche al personale collocato in quiescenza con particolari requisiti.

Alcuni sindacati, tra i quali il sindacato di Polizia SIULP, stanno proponendo un ricorso “completamente gratuito” per tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine”, compresi carabinieri e finanzieri. Purtroppo per le Forze Armate non sembra esserci alcuno spiraglio di adesione.↓

Tra l’altro, ai militari in quiescenza, attori di questo tipo di contenzioso, la legge sulla sindacalizzazione delle forze armate parrebbe negare qualsiasi forma di adesione a questo tipo di associazioni, costringendoli ad avventurarsi nella migliore delle ipotesi in class action “fai da te” su gruppi facebook e social in genere. Di seguito il ricorso completamente gratuito proposto dal SIULP:

Ricorso gratuito per il riconoscimento dei sei scatti stipendiali relativi all’art.6-bis del D.L. n.387/87

Possono aderire al ricorso per la valorizzazione dei sei scatti ai fini della riliquidazione del trattamento di fine servizio gli ex appartenenti alle Forze di polizia ad ordinamento civile (Polizia di StatoPolizia Penitenziaria ed ex Corpo Forestale) e ad ordinamento militare (Arma dei Carabinieri Guardia di Finanza), in possesso di tutti i seguenti quattro requisiti:

  1. Essere stati posti in congedo;
  2. 2.  Avere avuto al momento del congedo un’età anagrafica di almeno 55 anni;
  3. Poter contare su 35 anni di servizio utili;
  4. avere avuto liquidato il TFS dopo il 30 novembre 2015.

Non possono fare ricorso, invece, coloro che sono cessati dal servizio per raggiunti limiti di età, riformati per causa di servizio o gli eredi del personale deceduto, poiché hanno già avuto valorizzati i sei scatti ai fini pensionistici.

Mentre, coloro che sono stati riformati per una patologia non riconosciuta come si dipendente da causa di servizio, possono aderire al ricorso solo se al momento del congedo potevano contare su 35 anni di servizio utile, avevano un’età anagrafica di almeno 55 anni ed hanno avuto liquidato il TFS dopo il 30.11.2015.

Il ricorso è gratuito per gli iscritti al SIULP – PENSIONATI.

Con successiva nota saranno fornite le istruzioni e la modulistica dedicata per aderire al ricorso.

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento