Si tuffa per salvare un ragazzo. Militare della Guardia Costiera scompare tra le onde

Un militare della Guardia Costiera è scomparso tra le onde mentre tentava di salvare un ragazzo che era aggrappato ad una boa con il mare in tempesta.

Aurelio Visalli, originario di Venetico, in servizio alla Capitaneria di Porto di Milazzo, nella tarda mattinata di ieri si era tuffato in mare per salvare la vita ad un adolescente che, insieme agli amici, aveva deciso di fare un bagno malgrado vi fossero le onde alte oltre dieci metri.

Visalli però non è più tornato sull’imbarcazione e i colleghi hanno immediatamente lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenuti  i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, gli uomini della Polizia di Stato e la stessa Guardia Costiera e, malgrado le condizioni meteo proibitive, si è alzato in volo anche un elicottero, ma purtroppo ogni tentativo di ritrovare il sottufficiale si è dimostrato vano. 

Moltissimi i commenti sulla vicenda nei social. Visalli viene descritto come “la vera presenza dello stato sul territorio” , un “eroe” un “uomo che non ha esitato a mettere in pericolo la propria vita per salvare quella degli altri ” e ci sono anche delle polemiche su un presunto video postato dall’adolescente che è riuscito a tornare a riva da solo e che in queste ore sta facendo indignare molte persone.

Intanto questa mattina sono riprese le ricerche, ma la speranza di trovare il militare ancora in vita è praticamente pari  allo zero. La vicenda viene seguita personalmente dal Comandante Generale della Guardia Costiera Ammiraglio Pettorino.

Il sottufficiale, originario di Venetico, lascia la moglie e due figli.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento