Maresciallo congedato dall’Arma – Io, carabiniere anti islam, congedato per mie idee

Lo scorso anno fu accusato di  islamofobia, xenofobia, omofobia , “violazione dei doveri attinenti al grado ed al giuramento prestato” e per aver inficiato l’apoliticità dela Forza Armata ( leggi QUI). Continua ↓

In un ‘ intervista al giornale.it, Prisciano ha dichiarato di essere stato congedato per aver espresso idee di destra quando era libero dal servizio e nella normale dialettica democratica. L’Ex Maresciallo ha espresso propri pareri sull’incostituzionalità dell’islam, sui matrimoni omosessuali, sull’adozione di bambini da parte di persone dello stesso sesso, sulla pratica dell’utero in affitto, sulla legge sull’aborto e per aver espresso perplessità sull’operato politico di Boldrini, Alfano, Renzi e Napolitano”. Continua ↓

Tratto da ilgiornale.it :“in due anni -aggiunge Prisciano- sono stato umiliato in ogni modo: sanzioni disciplinari, denunce (poi ovviamente archiviate), visite psicologiche, trasferimenti ad 800km dalla mia famiglia, note caratteristiche umilianti e financo il congedo per “non meritevolezza”. Secondo quanto riferito dal maresciallo, prima del congedo ci sarebbero stati tre procedimenti disciplinari: 7 giorni di consegna con rigore e il trasferimento d’autorità in Sardegna, un provvedimento derivante dalla pubblicazione del suo libro “Nazislamismo”, infine una denuncia da parte dei suoi superiori presso la Procura Militare di Roma per “insubordinazione con ingiuria” e “diffamazione militare aggravata”. Queste ultime accuse sarebbero state archiviate.

Per leggere l’articolo integrale, clicca QUI

 

Condivisione

Lascia un commento