Scontro Salvini Trenta su facebook. I militari intanto attendono risposte

Matteo Salvini segnala sulla propria pagina fb un cambiamento di rotta dell’operazione Mare Sicuro. Il ministro dell’Interno probabilmente prossimo all’uscita dal governo, scrive;

Roba da matti.
Non hanno perso tempo, i nuovi ordini della DIFESA sono stati formalizzati ieri.
Prime prove tecniche di inciucio Pd-5 Stelle sulla pelle degli Italiani, riaprendo i porti e chiudendo un occhio sulle Ong???
FACCIAMO GIRARE!


🔴 “La Difesa cambia l’operazione Mare Sicuro.
Il ministero guidato da Elisabetta Trenta ha modificato unilateralmente i compiti affidati a coloro che intervengono nell’ambito delle operazioni di pattugliamento.
Le nuove indicazioni operative (formalizzate ieri, le precedenti erano del 9 agosto scorso) per gli assetti militari in azione nel Mediterraneo centrale denotano un chirurgico ma significativo arretramento rispetto a quanto concordato per il contrasto dell’immigrazione clandestina.
L’ impostazione depotenzia pesantemente alcune forme di collaborazione tra gli assetti militari e gli apparati dello Stato, in primis l’Interno, finalizzate all’azione di contrasto e di repressione nei confronti dei trafficanti di esseri umani e dei loro complici”.

La risposta del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta

La risposta del Ministro della Difesa Elisabetta trenta non si è fatta attendere. La modalità è la medesima, pagina Facebook:

Caro Matteo, il tuo tentativo di screditare non solo me ma l’intera Difesa è inqualificabile.
Ricordati che le istituzioni non sono le nostre e che noi diamo solo l’indirizzo. In una riunione in cui eri presente ho disposto di intensificare l’attività di polizia marittima.

Le navi della Marina Militare non hanno scortato la nave ONG “Open Arms” per far sbarcare a Lampedusa i migranti; bensì come da sollecitazione del Tribunale dei minori di Palermo erano pronte a intervenire in favore dei minori a bordo, il mare era forza quattro in aumento e la nostra Marina era predisposta eventualmente a prestare loro soccorso.

Sei stato bravo a piegare ogni cosa a tuo vantaggio ma questo metodo non funziona più. Ho rispedito sempre ogni attacco al mittente e lo faccio oggi con ancor più convinzione, quando ormai hai rivelato i tuoi veri obiettivi. La difesa dei confini è un compito dello Stato che deve essere esercitato dai ministri competenti con rigore, e nel rispetto delle leggi e delle competenze delle Forze Armate e di Polizia che vi sono impegnate. Impara a rispettare il ruolo delle istituzioni e a non appropriartene.

Nel contempo i militari rimangono silenti, in attesa di un segno delle istituzioni circa le necessarie  riforme che rischiano di saltare, come ad esempio la sindacalizzazione , o la  più sentita applicazione dei correttivi al catastrofico riordino delle carriere a marchio PD, o peggio ancora del rinnovo contrattuale….




Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione

Lascia un commento