NOVITÀ SUI FERRI DA STIRO VERTICALI (VAPORELLE) ACQUISTATI DALLA LEGIONE CARABINIERI “LAZIO”.

Comunicato stampa del Sindacato NSC “Nuovo Sindacato Carabinieri”:

Con un colpo di scena inaspettato, che non sopisce gli interrogativi e i dubbi sull’acquisto delle “vaporelle” per combattere il Covid-19, la Commissione di Accesso della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha comunicato al Nuovo Sindacato Carabinieri che il ricorso per ottenere la copia della documentazione riguardante la interlocuzione informale tra la Legione Carabinieri “Lazio” e l’Istituto Superiore della Sanità che spinsero poi la Legione predetta ad avviare la procedura di acquisto delle “vaporelle”, non può essere accolto per un semplice motivo: IL DOCUMENTO RICHIESTO È INESISTENTE.”

Infatti, parrebbe che l’Amministrazione, nella memoria difensiva depositata, abbia dichiarato di aver disposto l’acquisto delle “vaporelle” a seguito di un semplice “colloquio informale” con non meglio precisati appartenenti all’I.S.S. e non venne mai redatto o formato alcun parere tecnico o studio a sostegno della procedura di acquisto.

Questa Organizzazione Sindacale, nel prendere atto di quanto comunicato, si limita a ribadire di riporre massima fiducia nell’Autorità e negli organi di controllo della spesa pubblica, già opportunamente ed ufficialmente informati alcuni giorni fa.

Conclude Il Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri Massimiliano Zetti aggiungendo che – se La Legione Lazio ci avesse negato l’accesso agli atti dicendo subito che il documento era inesistente o non formato dall’Amministrazione, anziché negarci l’accesso poiché ritenuti non titolari di interesse diretto e concreto, avremo sicuramente evitato il ricorso alla Commissione di Accesso evitando di contribuire all’aggravio burocratico e ad ingolfare la stessa con una richiesta inutile.

Massimiliano Zetti
Segretario generale
Nuovo Sindacato Carabinieri

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento