Intervento del Ministro della difesa alla Cerimonia di chiusura AA 2019/2020 del CASD

http://www.bellunopress.it/2020/02/27/suicidi-nelle-forze-armate-il-fenomeno-allattenzione-del-vice-presidente-della-commissione-de-menech/

Durante il suo intervento alla chiusura dell’anno accademico del CASD 8 Centro Alti Studi della Difesa), il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini , dopo i saluti di rito ai  presenti, tra i quali il Capo di SMD , Generale Vecciarelli,  le autorità civili e militari, i sottosegretari alla Difesa Angelo Tofalo e Giulio Calvisi ha rivolto un ringraziamento particolare al presidente del CASD, il Generale Giancotti e a tutto il  personale che lavora al suo interno.

Come sapete – ha sottolineato Guerini – i recenti accadimenti correlati alla diffusione del COVID-19 hanno cambiato in modo repentino sia le nostre abitudini di vita sia le prospettive globali di sviluppo economico e sociale

Bisogna pertanto aumentare la resilienza della Nazione, cioè la capacità dell’apparato statale di resistere e reagire alle situazioni di crisi, investendo ulteriormente anche nei settori della Sicurezza e della Difesa, attraverso una visione di lungo periodo del Sistema-Paese.

Le Forze Armate – ha continuato Guerini – hanno risposto senza risparmio di energie sin dai primi giorni dell’emergenza, con numeri importanti, senso del dovere, capacità diversificate e risorse ingenti, che sono state messe a disposizione nell’ambito di un’ampia operazione di supporto al Servizio Sanitario Nazionale e a tutto il sistema Paese.

La Difesa ha inoltre garantito la disponibilità di strutture militari distribuite su tutto il territorio, dedicate all’attività di sorveglianza sanitaria dei cittadini contagiati, e ha messo a disposizione centinaia, tra medici e infermieri militari che voglio ringraziare per il prezioso lavoro svolto, anche da cittadino di uno dei territori più colpiti.

Ha fornito un robusto sostegno logistico, ha garantito il controllo del territorio, allestito ospedali da campo, ha effettuato trasporti terrestri e aerei in biocontenimento, in Italia e dall’estero.

Se la Difesa è stata in grado di fornire un contributo così rilevante alla gestione dell’emergenza, ciò è stato possibile perché lo Strumento militare è in possesso di capacità uniche, anche in settori cruciali che possono essere di supporto alla società civile.

La pandemia sta ulteriormente aggravando contesti già complessi, sotto il profilo economico e sociale, e rischiamo pertanto di assistere ad un aumento delle minacce e ad una crescente instabilità, che associata alla dinamica demografica e alle condizioni di sottosviluppo che caratterizzano tante aree del cosiddetto “Mediterraneo Allargato”, configurano tutte le premesse per generare e cronicizzare conflitti armati, con inevitabili ricadute anche sulla nostra sicurezza.

Non solo, accanto ai conflitti asimmetrici o a quelli circoscritti localmente, nel quadro di una crescente rivalità geopolitica, assistiamo anche alla ripresa della competizione tra “grandi potenze”.
Il ruolo della Difesa si conferma quindi indispensabile e sarà pertanto fondamentale mantenere un elevato grado di credibilità dello Strumento militare, che dovrà continuare a esprimere un’efficace capacità di deterrenza e di proiezione di stabilità, nelle aree a maggior rischio.

Come sapete bene, l’Italia considera il versante meridionale fondamentale e in questo quadrante strategico per i nostri interessi nazionali, auspichiamo un sempre più efficace adattamento della NATO a Sud, che consenta di rafforzare la dimensione della deterrenza e della proiezione di stabilità.

Resta centrale il tema delle risorse necessarie a sostenere l’adeguamento dello Strumento Militare che rappresentano, oltre ad un indispensabile investimento per garantire la nostra sicurezza, anche uno straordinaria leva economica per il Sistema-Paese.

Occorre, pertanto, affrontare il dibattito pubblico già avviato senza ipocrisie sul ruolo che vogliamo assegnare alle Forze armate, per garantirne specificità di compiti e funzioni.  Pertanto credo sia necessario, innanzitutto per noi, ascoltare e discutere, costruire alleanze, per far crescere una maggiore consapevolezza del ruolo della Difesa nazionale, soprattutto in un mondo in rapido cambiamento e alla ricerca di nuovi o più assestati equilibri, con minacce inedite e sempre più complesse.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento