Libia, Cirielli (FdI): “Militari italiani e rifornimenti bloccati, intervenga il Governo”

“Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro degli Esteri Luigi Di Maio e al ministro della Difesa Lorenzo Guerini per sapere cosa intende fare il Governo per consentire ad oltre 200 militari italiani, impegnati nella Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (Miasit), di ritornare finalmente in ”.

Lo annuncia, in una nota, il Questore della Camera e membro della Commissione Affari Esteri Edmondo Cirielli (FdI):

“Da aprile, infatti, le autorità libiche non rilasciano i visti ai colleghi che li devono sostituire e quindi i nostri militari sono ancora bloccati lì.

Inoltre, sembra che i rifornimenti giunti dall’Italia vengano fermati per mesi in porto senza alcuna motivazione. Di recente, il ministro Di Maio si è recato proprio in Libia e appena tre giorni fa il premier Dbeibag è venuto a Roma per incontrare il presidente del consiglio Draghi.

La domanda, dunque, sorge spontanea: il Governo italiano si sta occupando della sorte dei nostri militari o è interessato soltanto ad elargire milioni di euro per le autostrade della Libia?

Ci aspettiamo che i ministri competenti rompano il silenzio mettendo in campo tutte le azioni utili volte a favorire la regolare sostituzione dei militari italiani e anche la tutela dei loro rifornimenti. Non si può continuare a far finta di nulla” conclude Cirielli.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento