La Difesa non conosce crisi. La Grecia annuncia il piano di approvvigionamento per rinforzare le forze armate

Grecia. Lo scorso  9 settembre, il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha annunciato che è stato definito un piano di approvvigionamento di tutto il sistema difesa nazionale. Nei prossimi anni, verranno acquistati aerei da combattimento, navi da guerra ed armi avanzate.

Mitsotakis è sceso anche nei particolari, annunciando che l’Hellenic Air Force (HAF) acquisirà uno squadrone di 18 aerei da combattimento Rafale – sei nuovi e 12 di seconda mano – per sostituire i vecchi Mirage 2000. L’aereo opererà insieme agli F-16V modernizzati.

La Marina Militare ellenica avvierà la procedura per l’acquisizione di quattro fregate polivalenti, mentre le quattro fregate MEKO 200HN in servizio verranno potenziate.

L’arsenale delle forze armate sarà migliorato con armi anti-corazza per l’esercito, siluri pesanti per la marina e armi guidate per l’HAF. Ci saranno anche investimenti nella sicurezza delle informazioni contro gli attacchi informatici. Mitsotakis ha anche annunciato il reclutamento di 15.000 nuovi soldati professionisti, sia uomini che donne, ed inoltre starebbe seriamente considerando  l’ipotesi di un aumento del periodo di servizio da 9 a 12 mesi per tutte e tre le forze armate .

Attualmente infatti in Grecia , il servizio militare è ancora obbligatorio e dura 9 mesi  per l’esercito e 12 mesi per la marina e l’Aeronautica. Per quanto riguarda l’industria della difesa, Mitsotakis ha sottolineato che: “I fondi americani sono già stati investiti in Elefsis Shipyards.

Presto un investitore strategico acquisirà i cantieri navali Skaramangas. La privatizzazione Hellenic Vehicle Industries (ELVO SA) sta per essere conclusa. Hellenic Aerospace Industries (HAI) è in fase di riorganizzazione per diventare un centro per la manutenzione e la riparazione degli aeromobili “.

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento