Dramma a Pisa: Bimbo si uccide con la pistola del papà carabiniere

Papà carabiniere e mamma poliziotta. Entrambi devastati dal dolore per la morte del loro piccolo figlio, che avrebbe fatto tutto da solo, riuscendo a prendere la pistola del papà custodita con cura.

( Ansa) Tragedia in provincia di Pisa. Un bambino di 11 anni è morto oggi nell’abitazione dove viveva con i genitori in un piccolo centro alle porte della città della Torre pendente: un colpo di pistola lo ha raggiunto alla testa.

Il bambino, è stato appurato, era da solo nella sua camera quando è rimasto ferito mortalmente, ancora da capire come sia potuto accadere, come abbia fatto a spararsi. L’arma sarebbe quella del padre, un carabiniere in servizio in una provincia vicina. Tutto è avvenuto intorno alle 13.30.

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi, ma il personale del 118 non ha potuto far altro che constatare il decesso del piccolo. Sul posto sono poi arrivati i carabinieri di Pisa a cui è toccato il triste compito di cercare di ricostruire quando accaduto al figlio del loro collega. Al momento non è ancora chiaro perché il bambino, studente della scuola elementare, abbia preso la pistola che sembra fosse custodita “con diligenza”, nel posto abituale e in che modo sia partito il colpo mortale che lo ha raggiunto alla tempia.

Nella casa teatro della drammatica vicenda, per tutto il pomeriggio hanno lavorato i carabinieri della sezione investigazioni scientifiche di Firenze, giunti subito dopo i colleghi della territoriale che per ore hanno cercato di consolare il padre, in servizio presso un altro comando, e la madre, a sua volta appartenente a una forza di polizia, sconvolti da un dramma inaspettato che ha lasciato senza parole anche gli amici e gli insegnanti dell’undicenne.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento