CONTRATTO MILITARI E FORZE DI POLIZIA TRIENNIO 2019-2021: GLI EFFETTI SUL PERSONALE IN AUSILIARIA

 10 giugno 2022 1° Lgt. in pensione Antonio Pistillo

L’iter per la definizione del contratto economico per il triennio 2019/2021 è stato travagliato, ma, finalmente, si è concluso con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 21/l del 31/12/2022.


Pochi giorni fa è stato reso noto che nel mese di giugno sarà effettuato il conguaglio delle somme, mentre l’adeguamento mensile avverrà nel mese di luglio.


Tali aumenti hanno riflessi anche sul trattamento di ausiliaria. Per coloro che hanno terminato l’ausiliaria nel 2019 e 2020, l’aumento sarà irrisorio in quanto la vacanza contrattuale che viene assorbita dalla prima tranche di aumento, è pressoché dello stesso importo della somma delle tranche di aumento del 2019 e 2020.


Per il personale transitato nella riserva nel 2021, invece, tali aumenti entreranno di fatto nel calcolo del decreto definitivo di pensione che se è stato già emesso sarà oggetto di ricalcolo.

Infine, per quanti ancora in ausiliaria l’aumento contrattuale attribuito al personale in servizio produrrà un incremento dell’indennità di ausiliaria pari al 50% di quanto previsto da contratto.

Non è possibile individuare una data certa in cui il procedimento di adeguamento del trattamento di ausiliaria sarà definito, ma ipotizzando che possa essere attuato ad ottobre, la seguente tabella indica la somma, lorda e netta, dell’aumento mensile della pensione e la stima degli arretrati per il personale ancora in ausiliaria alla data dell’aggiornamento.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento