Il capitano Ultimo rinuncia alla nomina di Cavaliere della Repubblica: «Non voglio premi»

Ti interessa avere le news in tempo reale sul tuo smartphone? NSM mette a tua disposizione due semplici modalità di iscrizione , ed entrambe sono completamente gratuite, clicca QUI   «Gentilissimo presidente della Repubblica, nel ringraziarla per l’onorificenza mi vedo costretto a non accertarla per valutazioni strettamente personali. Con umiltà le porgo deferenti saluti, con profondo rispetto per ciò che lei rappresenta e con ammirazione per come ha saputo affrontare le sofferenze che la vita le ha imposto».

È questo il testo attraverso il quale Sergio De Caprio, il carabiniere (oggi colonnello) che nel 1993 arrestò Riina, ha rifiutato il titolo di Cavaliere dell’Ordine «Al merito della Repubblica italiana» che gli era stato concesso con decreto presidenziale del 2 giugno 2017.

Ha rispedito al mittente l’onorificenza che aveva ricevuto e ha spiegato con quelle poche righe il perché, obbligando il Quirinale a revocarla con una nuova ordinanza firmata il 29 dicembre scorso. Era questa, quindi, la «rinuncia da parte dell’interessato» di cui si è parlato nelle ultime ore. Lui non vuole commentare ma ai pochi con i quali ha parlato della questione ha detto si essere «stupefatto» e di non capire perché mai una decisione così vecchia venga a galla adesso. Leggi il resto dell’articolo e guarda il video, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento