72° Gruppo I.T. – L’Area Lancio della base passa al comune

I 120 ettari di terreni dell’ex base militare dell’aeronautica, in via Baldoni, diventeranno di proprietà del Comune di Bovolone. Martedì il Consiglio comunale voterà il formale consenso all’atto di trasferimento che andrà poi sottoscritto dall’Agenzia del Demanio e dalla stessa amministrazione comunale. Il tutto secondo la procedura prevista nel decreto del cosiddetto «federalismo demaniale» del 2013 che permette agli enti locali di chiedere beni dello Stato non più utilizzati. L’acquisizione al patrimonio comunale dell’area «Ex 72° gruppo I.T. – zona lancio», avverrà a titolo non oneroso.

Il sindaco Emilietto Mirandola è soddisfatto: «Il decreto ci è stato comunicato ed ora avverrà l’acquisizione vera e propria. Abbiamo progetti importanti, per la base, che cercheremo di portare avanti con finanziamenti comunitari». Le ipotesi di riconversione e utilizzo sono state tante da che la base ha chiuso, nel 2010. Si parlò di farne una centrale per produrre energia elettrica ma anche di un centro servizi per anziani: nella seduta consiliare forse emergeranno altri piani. Gli enti che diventano proprietari hanno tre anni di tempo per utilizzare gli immobili, col rischio di perdere il trasferimento in caso di mancato utilizzo.

La presenza dell’Arma Azzurra interessa altri territori: sono infatti tre i Comuni che hanno una parte assoggettata a servitù militari. La base occupa 38 ettari ad Isola Rizza, con funzione logistica, dove risiedevano i militari; altri 62 ettari sono ad Oppeano e infine 120 a Bovolone

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento