ART. 54, LA SENTENZA DELLE SEZIONI RIUNITE RICONOSCE AL PERSONALE IN CONGEDO CON MENO DI 15 ANNI AL 31/12/95 L’ALIQUOTA DEL 2,44%

Art. 54 riconosciuto a tutti gli arruolati prima del 1995. Gli anni maturati fino al 31 dicembre del 1995 verranno ricalcolati con l’aliquota annua del 2,44%

9 settembre 2021 1° Lgt. in pensione Antonio Pistillo
Nel mio precedente articolo pubblicato sul NSM il 6 gennaio 2021, quando la quasi totali degli studi professionali e molti siti specializzati asserivano che la Sentenza n. 1/2021/QM/PRES-SEZ della Corte dei Conti Sezioni Riunite in Sede Giurisdizionale depositata il 4 gennaio c.a. non era applicabile al personale collocato in congedo con una anzianità inferiore ad anni 15 al 31/12/95, sostenevo che la giusta lettura della sentenza, che aveva riconosciuto un’aliquota annua del 2,44, non poteva non essere applicata anche a quelli con un servizio utile inferiore a 15 anni alla stessa data, significando che non poteva essere diversamente in quanto l’applicazione dell’art. 54 è riferita alla “quota retributiva” di una pensione calcolata col sistema misto che non differisce nelle modalità di calcolo se hai meno o più di 15 anni di anzianità al 31/12/95.

Il 9 settembre 2021 è stata depositata la Sentenza n. 12/2021/SR/QM/SEZ della Corte dei Conti Sezioni Riunite in Sede Giurisdizionale che conferma la mia tesi e riconosce un’aliquota pensionistica annua del 2,44% anche al personale militare collocato in congedo con un’anzianità contributiva, al 31/12/95, inferiore a 15 anni.

Ovviamente, in base al principio di proporzionalità all’anzianità saranno quelli che beneficeranno meno del nuovo orientamento e, nello stesso tempo, quelli più penalizzati rispetto alla precedente giurisprudenza.

Il seguente esempio mostra il divario tra la prima giurisprudenza che riconosceva una maggiore aliquota e quella attuale del 2,44%

 Collega in pensione nel 2019 con 14 anni e 3 mesi al 31/12/1995

L’Inps ha liquidato una pensione annua lorda di euro 31.208,00
con nuovo principio la nuova pensione sarà di circa 31.935,00 (circa 38 euro nette mensili in più) con la precedente giurisprudenza più favorevole sarebbe passato a circa 35.295,00 (circa 211 euro nette mensili in più)

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento