AMBIENTE – RIZZO (M5S) : IMPEGNO MARINA MILITARE A SALVAGUARDIA DEI MARI

Roma, 08/06/2021 “Oggi si celebra la giornata mondiale degli Oceani. La salvaguardia dei mari è una sfida decisiva per salvare il pianeta dai cambiamenti climatici e tutti i settori che vedono l’interazione dell’attività antropica devono fare la propria parte per abbattere la produzione di Co2 e fermare la corsa al surriscaldamento globale.

Anche la Marina Militare è impegnata su questo terreno. Non a caso la nave veliero Amerigo Vespucci è stata insignita del titolo di ambasciatore dell’UNESCO a tutela dei mari.”

Lo afferma, in una dichiarazione, Gianluca Rizzo, parlamentare M5S e Presidente della Commissione difesa della Camera dei Deputati.

“Attraverso la cosiddetta Maritime Strategy la Marina militare  infatti – prosegue Rizzo- fornisce un rilevante contributo nel monitoraggio dei parametri ambientali marini utili ad accertare lo stato di salute dei mari nazionali e internazionali ed, oltre alle unità navali specialistiche della squadra navale, tutte le unità navali hanno tra i propri compiti secondari quello della salvaguardia dell’ambiente marino che si esplica sia nei controlli e negli accertamenti degli sversamenti di idrocarburi in mare nel monitoraggio relativo alla presenza dei cetacei nonché nella segnalazione di addensamenti da plastiche e microclastiche. In particolare, la Marina militare ha collaborato in diversi campi della tutela ambientale marina tra cui: l’habitat del fondale marino e delle biodiversità, le condizioni idrografiche e ambientali marine, il rumore sottomarino.”

“Insieme ad altri colleghi del M5S ho depositato una risoluzione presso le Commissioni congiunte Difesa e Ambiente – prosegue Rizzo- anche in attuazione dell’accordo  ACCOBAMS ,  istituito tra 24 Stati sulla conservazione dei cetacei nel Mar Nero, Mar Mediterraneo e Aree Atlantiche Contigue, per rendere maggiormente strutturato e continuativo l’impiego delle unità della componente sommergibilista, in concomitanza di attività operative o addestrative già pianificate dalla Forza armata, dotandole di appositi software in grado di analizzare e decodificare in maniera autonoma i rumori biologici.”

“L’obiettivo- conclude il Presidente Rizzo-  è quello di rendere costante il monitoraggio e la mappatura dei cetacei presenti nel Mediterraneo e con il fine di condividerne i risultati con i dicasteri e gli enti di ricerca interessati del Programma strategico nazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici.”

La segreteria del Presidente
della Commissione Difesa
On. Gianluca Rizzo

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento