ALGHERO, POLIZIOTTO DEL CARCERE ALL’OSPEDALE DOPO L’AGGRESSIONE DI UN DETENUTO

Resta alta la tensione nelle carceri italiane. E’ nella struttura detentiva di Alghero che si conta una nuova aggressione ad appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria.

Ne riferisce Antonio Cannas, delegato nazionale per la Sardegna del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria:

Questa mattina è stato aggredito il Sovrintendente di Polizia Penitenziaria in servizio di Sorveglianza Generale da parte di un detenuto extracomunitario già protagonista in altre occasioni di atteggiamenti violenti, da ultimo strappando dalle postazioni telefoniche tutte le cornette e fili.

Per questo fatto era in corso la contestazione disciplinare e la reazione è stata folle e violenta: con un pugno in pieno viso ha procurato al Sovrintendente una tumefazione con fuoriuscita di sangue e trasporto immediato al Pronto soccorso Un’aggressione assurda e violenta: basta! Servono interventi urgenti per frenare la spirale di violenza che caratterizza le carceri del Paese”.

Solidarietà al Sovrintendente ferito arrivano anche da Donato Capece e Luca Fais, rispettivamente segretario generale e segretario regionale per la Sardegna del SAPPE:

Siamo vicini al collega ferito ed è inaccettabile che i poliziotti penitenziari non abbiano strumenti per difendersi da questi delinquenti violenti.  Servono corretti immediati: il Taser o altre soluzioni analoghe per fermare queste continue violenze, che minano anche la serenità del Corpo di Polizia Penitenziaria tutto”.

 Roma, 20 aprile 2021

Dott. Donato CAPECE – segretario generale SAPPE

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento