VFP morì di leucemia. Per la Cassazione ci fu un nesso con le vaccinazioni, ma per ora niente assegno ai genitori

Riconosciuto il nesso eziologico tra la patologia letale manifestatasi nel sistema emolinfatico di un giovane militare e le vaccinazioni somministrategli quale volontario di ferma breve.

La Cassazione ha confermato in nesso eziologico tra le 11 vaccinazioni somministrate ad un giovane militare in ferma volontaria ed il suo decesso per leucemia, pur accogliendo alcune ragioni del Ministero della Salute, inizialmente condannato a risarcire i genitori della vittima. 

La Corte d’appello di Lecce aveva riconosciuto il diritto ai genitori ad un assegno una tantum di cui alla legge n.210 del 1992 e condannato il Ministero della salute al pagamento della relativa prestazione.

Tale sentenza era stata condivisa dalla Corte territoriale, confermando il nesso eziologico tra la patologia letale manifestatasi nel sistema emolinfatico del militare e le undici vaccinazioni somministrategli quale volontario di ferma breve nel periodo dal 3 luglio 2000 al 7 marzo 2001, valorizzando come presupposto costitutivo, la residenza del giovane militare presso l’abitazione dei genitori desumendone la fattiva convivenza .

La decisione era astata intrapresa tenendo conto dell’insorgenza della leucemia acuta in brevissimo lasso di tempo dalle
vaccinazioni e avulsa dal tempo di incubazione, di regola quinquennale. 

Lo scorso 25 novembre, la Corte di cassazione, pur riconoscendo il nesso tra le 11 vaccinazioni e la comparsa della leucemia, per una mera questione di “residenza”, ha rinviato alla Corte Corte d’appello di Lecce la decisione sul diritto dei genitori a percepire i dovuti indennizzi. 

La Corte di Cassazione infatti ha accolto “in parte” il ricorso del Ministero della Salute,  secondo il quale vi  sarebbe  stata una violazione dell’art. 2 legge n.210 del 1992,  ovvero  l’erroneo
riconoscimento del diritto dei superstiti, tenuto conto della mera coabitazione dei genitori con il figlio.

Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…






Condivisione

Lascia un commento