Taser, Conestà (Mosap): «Antigone faccia la conta dei poliziotti feriti dai balordi, taser è strumento sicuro»

«Siamo stanchi della propaganda a scapito delle forze dell’ordine. Abbiamo atteso per anni di essere dotati di taser per poter operare in sicurezza sia per noi che per i soggetti fermati, ma nel frattempo abbiamo fatto la conta dei nostri colleghi feriti per strada.

Nel 2021, sono stati aggrediti secondo i dati raccolti da ASAPS, 2655 operatori delle forze dell’ordine, più di 7 al giorno, uno ogni 3 ore e mezza. Questi report Antigone e il suo presidente non li citano».

A dichiararlo è Fabio Conestà, Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia (Mosap), in risposta alle dichiarazioni del presidente di Antigone Patrizio Gonnella che ha definito il taser uno strumento pericoloso e inefficace.

«Ad oggi – spiega Conestà – diversi sono stati gli interventi risolti grazie al taser in completa sicurezza e senza conseguenze sia per l’operatore che per il soggetto fermato. Parliamo di interventi per bloccare gente armata che avrebbe potuto ferire gravemente i colleghi o sé stessa, conclusisi invece con l’arresto senza feriti. Questa è l’efficacia di cui avevamo bisogno.

Al contrario – prosegue -, quei reparti che ancora non hanno lo strumento in dotazione, registrano episodi di ferimenti e violenza inaudita che, quando subita dai poliziotti, non viene mai condannata. Antigone – conclude – farebbe bene a pensare anche alla sicurezza di chi ogni giorno in strada, tutela quella di tutti».

Roma, 04 giugno 2022

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento