Strade sicure, così l’Esercito pattuglia Roma “video”

Via del Corso divisa in tre sottosettori con un presidio dell’Esercito a largo Goldoni  e altre due pattuglie fisse a vigilare l’area esterna al colonnato di piazza San Pietro: è l’ultima misura anti-terrorismo disposta dalla questura di Roma, che in questo modo implementa l’operazione Strade sicure.

Il piano per la sicurezza nato nel 2008 e che inizialmente prevedeva l’impiego dei militari a tutela delle ambasciate, su indirizzo del governo si è progressivamente sviluppato fino a coinvolgere, su Roma, 2.500 uomini addestrati per la salvaguardia della sicurezza pubblica, impegnati nel pattugliamento delle aree cittadine a maggior attrazione turistica, i nodi di scambio ferroviario e le stazioni della metropolitana. Il tutto in stretta sinergia con le forze dell’ordine.

A coordinare le operazioni è il generale Gaetano Lunardo, comandante della Brigata granatieri di Sardegna e del raggruppamento Lazio, Umbria, Abruzzo. “Hanno un aspetto rassicurante per l’utenza”, conferma il direttore generale di Atac Marco Rettighieri. (di Luca Monaco video Cristina Pantaleoni/AGF)

Guarda il vide, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento