Scarcerazione Brusca, Conestà (Mosap): «Schiaffo alla lotta alle mafie»

«Scarcerare un criminale come Giovanni Brusca è lo schiaffo peggiore che si potesse dare a chi da sempre lotta per contrastare le mafie e a chi, a causa di questo cancro sociale ha perso la vita.

Vogliamo ricordare che Brusca si è arrogato il diritto di togliere la vita in maniera barbara, azionando un tasto, al giudice Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinari».

Così Fabio Conestà, Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia (Mosap).

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento