PEREQUAZIONE DELLE PENSIONI DAL 2023, IL GOVERNO CI RIPENSA?

22 novembre 2022 1° Lgt. in pensione Antonio Pistillo

Sono passati poco più di 10 giorni dall’annuncio del Ministro Giorgetti in merito alla firma del decreto che disponeva, a partire dal 1 gennaio 2023, un adeguamento delle pensioni pari al 7,3% e con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 19/11/2022 del decreto del Mef del 10/11/2022 i giochi sembravano fatti, tant’è che c’è stato un proliferare di tabelle su quasi tutti i quotidiani, di associazione di categoria, sindacati ed esperti vari di quantificazione dell’aumento.

Il sistema di calcolo dell’adeguamento sembrava dovesse avvenire col criterio ripristinato dal 2022, con una rivalutazione progressiva per scaglioni d’importo attualmente vigente che è il seguente:

 100% per i trattamenti pensionistici sino a 4 volte il trattamento minimo;

 90% per i trattamenti pensionistici compresi tra 4 e 5 volte il trattamento minimo;

 75% per i trattamenti pensionistici superiori a 5 volte il trattamento minimo.

Invece, pare che il governo ci abbia ripensato e ipotizzi, con la legge di bilancio, un taglio della perequazione per le pensioni più alte, ma non è ancora chiaro come e, pertanto, è necessario attendere l’approvazione definitiva della manovra che, difficilmente, vedrà la luce entro la fine dell’anno.

Quindi, è molto probabile che l’adeguamento di gennaio 2023 sarà congelato in attesa delle decisioni del governo in quanto l’Inps non avrà gli elementi necessari per la lavorazione delle pensioni di gennaio entro il termine di lavorazione delle pensioni del prossimo anno.

Pertanto, non è possibile quantificare l’adeguamento del prossimo anno, tuttavia sono immaginabili un paio di scenari riassunti nella successiva tabella che, oltre agli ipotetici nuovi aumenti, riporta anche l’aumento che fino a ieri tutti davano per scontato.

 

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento