Netta avanzata del Coronavirus nelle carceri italiane: affetti 145 detenuti e 199 tra poliziotti ed impiegati

“Nelle ultime settimane c’è stato un netto aumento di casi di Coronavirus nelle carceri italiane. Gli ultimi dati forniti dall’Amministrazione Penitenziaria ci dicono che sono positivi al virus 173 poliziotti penitenziari e 145 detenuti, quasi tutti seguiti e gestiti internamente agli istituti. 26 sono i positivi tra i dipendenti “civili”, ossia appartenenti alle Funzioni centrali.

Torno a sensibilizzare il Ministero della Giustizia, ed in particolare i Dipartimenti dell’Amministrazione Penitenziaria e della Giustizia Minorile e di Comunità, a predisporre con urgenza adeguati interventi a tutela delle donne e degli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria, in servizio nella prima linea delle Sezioni detentive 24 ore giorni, e di tutti gli operatori penitenziari”.

E’ l’auspicio di Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Capece torna a sottolineare come “la promiscuità nelle celle può favorire la diffusione delle malattie, specie quelle infettive”. Per il SAPPE, dunque, “è indispensabile monitorare costantemente la questione e predisporre ogni utile intervento a tutela dei poliziotti e degli altri operatori penitenziari”.

Roma, 27 ottobre 2020

Dott. Donato CAPECE – segretario generale SAPPE 

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento