Morte Stefano Paternò. Parla la moglie. Proseguono le indagini della Procura

Emergono nuovi dettagli sulle ultime ore di vita di Stefano Paternò, militare della Marina morto per arresto cardiaco in circostanze tutte da chiarire.

Gli avvocati Lisa Gagliano, Dario Seminara e Attilio Indelicato, hanno presentato un esposto per conto della moglie del militare, Caterina Arena e dei figli di 12 e 14 anni, per capire le cause della morte.

La moglie, intervistata da La Repubblica , ha espresso i propri dubbi sul decesso, avvenuto a poco meno di 24 ore dalla somministrazione della dose di vaccino.

A breve dovrebbe essere eseguita l’autopsia e potrebbero esserci le prime risposte .

Nell’esposto depositato dai familiari vengono riassunte le ultime ore di vita del giovane militare, caratterizzate da  “uno stato di malessere generale e febbre alta”.

“Vogliamo andare sino in fondo – ha dichiarato la moglie di Paternò. Vogliamo giustizia, vogliamo sapere la verità e capire se a provocare la morte di mio marito sia stato il vaccino”. 

“Mio marito – racconta la donna a Repubblica – aveva fatto il vaccino lunedì mattina e nel pomeriggio è rientrato a casa e stava bene. Intorno alle 19.30 avvertiva dei tremori , aveva freddo e misurando la temperatura, aveva la febbre a 39. Ha preso una tachipirina e la febbre era scesa si è sentito meglio e verso le 23 siamo andati a dormire.

In nottata però sono stata svegliata dai suoi lamenti: tremava, traballava nel letto ed aveva un respiro pesante”. La donna ricorda di aver chiamato subito i soccorsi, ma l’intervento dei medici è stato inutile. Hanno tentato anche un massaggio cardiaco, ma per il giovane militare non c’è stato nulla da fare.

“Mio marito – conclude la donna – era un servitore dello Stato che non vedeva l’ora di farlo per essere operativo e potere affrontare le missioni imbarcato sulle navi della Marina”.

loading…


Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…






Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento