Modifica del bando di reclutamento di 6000 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) nell’Esercito italiano

L’art. 10 del decreto dirigenziale n. M_D AB05933 REG2022 0023457 del 21 gennaio 2022 e’ cosi’ modificato:

«1. Il CSRNE e’ delegato dalla DGPM a convocare presso i Centri di selezione o enti o Centri sportivi indicati dalla Forza armata i candidati per le prove di efficienza fisica e per l’accertamento dei requisiti psico-fisici e attitudinali, attingendo dalla/e graduatoria/e di cui al precedente art. 9 entro i limiti di seguito indicati:

a) 1° blocco: 15.000 per incarico/specializzazione che sara’ assegnato/a dalla Forza armata; tutti i partecipanti al reclutamento per gli incarichi di «Elettricista infrastrutturale», «Idraulico infrastrutturale», «Muratore», «Falegname», «Fabbro» e «Meccanico di mezzi e piattaforme»;

b) 2° e 3° blocco: 14.000 per incarico/specializzazione che sara’ assegnato/a dalla Forza armata; tutti i partecipanti al reclutamento per gli incarichi di «Elettricista infrastrutturale», «Idraulico infrastrutturale», «Muratore», «Falegname», «Fabbro» e «Meccanico di mezzi e piattaforme».

I candidati che non si presenteranno nei tempi stabiliti nella convocazione saranno considerati rinunciatari, tranne che in caso di:

a) eventi avversi di carattere eccezionale che impediscano oggettivamente a un rilevante numero di candidati di presentarsi nei tempi, nella sede e nel giorno previsto;

b) concomitante svolgimento di prove nell’ambito di altri concorsi indetti dalle Forze armate o dalle Forze di polizia ai quali i medesimi candidati hanno chiesto di partecipare;

c) eventi luttuosi per la perdita del coniuge, genitore, figlio/a, fratello/sorella, verificatisi in data non anteriore a sette giorni rispetto a quella di prevista presentazione;

d) contestuale partecipazione alle prove dell’esame di Stato;

e) eventuali altre cause riconosciute valide dal Centro di selezione.

Le aspiranti agli arruolamenti nelle Forze armate che si trovano in stato di gravidanza e non possono essere sottoposte agli accertamenti per l’idoneita’ fisio-psico-attitudinale al servizio militare ai sensi del regolamento, sono ammesse d’ufficio, anche in deroga, per una sola volta, ai limiti di eta’, a svolgere i predetti accertamenti nell’ambito del primo concorso utile successivo alla cessazione di tale stato di temporaneo impedimento. Per leggere il decreto integrale, clicca QUI.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento