Militare entra in ospedale con un’ernia del disco: ne esce sulla sedia a rotelle

BOLOGNA – Entrato in ospedale con l’ernia del disco ne è uscito su una sedia a rotelle, con le gambe completamente paralizzate. E’ una brutta storia quella capitata ad un giovane militare dell’Esercito che a soli 39 anni ha visto la sua esistenza segnata per sempre. Va detto subito che, secondo i pm, i medici che lo hanno avuto in cura al Maggiore non hanno alcuna responsabilità, tanto è vero che nei mesi scorsi è stata presentata una richiesta d’archiviazione che è ancora sulla scrivania del gip.

Un’archiviazione che è contestata dai difensori dell’ex soldato, che hanno già presentato opposizione alla richiesta della procura e sollecitato il giudice quantomeno ad approfondire la questione.

I fatti iniziano nel gennaio 2009 quando al militare viene riconosciuta una “lombosciatalgia in ernia discale L3-L4 e L4-L5″, dipendente da causa di servizio. Col tempo la situazione si aggrava, pur trattandosi di una patologia piuttosto diffusa, e il militare, proprio per la sua condizione, viene destinato a incarichi tecnico amministrativi. Nel frattempo si inizia a ragionare di un intervento chirurgico per tentare di stabilizzare la situazione. Ma non c’è tempo perché il 4 novembre 2015 arriva un vero e proprio blocco alla schiena e il militare viene accompagnato al Maggiore dove ai medici mostra tutta la documentazione sanitaria precedente.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento