Marina Militare: Visita del Rettore del Politecnico di Bari alla Seconda Divisione Navale e al Comando Flottiglia Sommergibili

Il Rettore del politecnico di Bari Prof. Cupertino visita la seconda divisione navale e il comando flottiglia sommergibili di Taranto

Guadare al futuro, innovando e perfezionando le rispettive competenze e conoscenze, con l’obiettivo di coniugare i percorsi formativi universitari alle esigenze della Marina Militare divenuta negli ultimi tempi spiccatamente multidimensionale e ad altissimo contenuto tecnologico. 

Con questo spirito, il Rettore del Politecnico, prof. Francesco Cupertino ha visitato lo scorso 1 settembre la Seconda Divisione Navale di Taranto. Accolto e accompagnato dall’ammiraglio di divisione Vincenzo Montanaro e dal Comandante di Mariscuola contrammiraglio Andrea Petroni, il Politecnico di Bari e la Marina Militare hanno voluto sottolineare, attraverso i loro rappresentanti, l’unità di intenti tra la Forza Armata e l’ateneo tecnico-scientifico pugliese, tesa a definire e consolidare il processo formativo rivolto al personale specialista che imbarcherà sulle navi della squadra navale.

Dopo la visita alle principali strutture e officine della Stazione Navale Mar Grande, il magnifico Rettore ha potuto conoscere la realtà operativa della Forza Armata, visitando la nave ammiraglia della Squadra Navale, la portaerei Cavour, concentrato di tecnologia e operatività, espressione della capacità portaerei nazionale.

Durante la vista ai locali operativi e tecnici dell’Unità, dove oggigiorno l’equipaggio è grado di operare anche con velivoli tecnologicamente all’avanguardia quali F-35B, il Rettore ha potuto appurare di persona gli elevati standard di operatività e professionalità che contraddistinguono gli equipaggi delle navi della Squadra Navale.  

Al termine della visita, il prof. Cupertino si è recato presso il Comando Flottiglia Sommergibili, dove ha potuto assistere ad una breve presentazione illustrativa sulla Componente nella quale notevole curiosità ha suscitato la disamina delle caratteristiche dei moderni sottomarini U212A.

Durante la presentazione, uno sguardo è stato rivolto al futuro prossimo, ovvero ai nuovi U212 NFS (Near Future Submarine) che utilizzeranno una serie di innovative tecnologie delle principali eccellenze nazionali nel settore underwater italiano e che completeranno il processo di ammodernamento della flotta subacquea nazionale.

Inoltre sono stati illustrati al Rettore i progetti di ricerca sviluppati presso il centro sperimentazione SMG (CSS) in collaborazione con gli enti Universitari di Bari, Pisa e Firenze come il progetto CIDOiMO (Classification Identification Of acoustic sources for Monitoring marine noice) al quale partecipa il dipartimento interateneo di Fisica di Bari, e il BiSS (Bistatic Sonar System). Successivamente, il prof. Cupertino si è recato in visita sul Sommergibile SCIRE’ per conoscere da vicino la realtà dei mezzi subacquei che, come sottolineato dal contrammiraglio Petroni, costituiscono sempre più un assetto d’impatto strategico.

La visita si è conclusa presso la Sala Cimeli dove sono gelosamente custoditi documenti, oggetti e immagini che testimoniano la ultracentenaria storia dei Sommergibilisti italiani, un passato di eroismo e sacrificio che l’illustre ospite ha potuto toccare con mano ed apprezzare tra le teche della Sala. 

In entrambe le sedi visitate il Rettore ha ribadito che “il tema della modernizzazione e dell’efficienza della Pubblica amministrazione, in generale, è fortemente legato allo sviluppo di nuove tecnologie e all’utilizzo ottimale di queste, per un migliore servizio al Paese.

La formazione continua e l’aggiornamento delle competenze, infatti, saranno fondamentali nei prossimi anni di grandi cambiamenti, nel comparto pubblico e militare come in quello privato”.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento