Lo multano per 300 euro. Scrive una lettera al questore ed elogia gli agenti: professionali e per bene

Una multa per eccesso di velocità avrebbe mandato fuori di testa chiunque, ma non lui, un cittadino della provincia veronese, precisamente di San Bonifacio.

L’uomo è stato fermato da una volante della Polizia mentre stava compiendo alcuni sorpassi molto pericolosi. Raggiunto  e fermato dagli agenti, gli è stata contestata una lunga serie di infrazioni al codice della strada alle quali è seguito un verbale di ben 300€.


L’uomo , da quanto riporta “Il Gazzettino” dopo essersi rimesso al volante ed aver raggiunto la propria casa di San Bonifacio, per nulla innervosito, ha deciso di scrivere una mail al Questore Lilia Fredella, nella quale ha  voluto elogiare i due agenti che lo avevano multato, ma senza ironia.

 «Pregiatissimo questore , desidero esprimere un elogio per gli agenti che nella serata di venerdì 7 mi hanno fermato nel comune di Perarolo. Al di là delle infrazioni che mi sono contestate- scrive il veronese – ineccepibili data la mia condotta di guida censurabile, ho constato una professionalità e un comportamento da parte dei due agenti (i cui nomi non conoscono ma si evincono dal verbale che ho allegato) che meritano riscontro». 

«Ricorderò – prosegue l’uomo –  il garbo, l’appropriatezza di linguaggio e la giusta modalità con la quale mi è stato contestato il mio errore alla guida. Anch’io lavoro nella pubblica amministrazione e non è frequente trovare persone così per bene. A lei e ai suoi collaboratori un ringraziamento per il lavoro che fate per la comunità».

L’episodio è avvenuto lo scorso Venerdì 7 febbraio  sulla statale 51 d’Alemagna ed è stato reso noto  dal questore Fredella durante l’incontro con il nuovo comandante della stradale provinciale, Franco Fabbri. 






METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI
Loading…

loading…


Condivisione

Lascia un commento