Lagunari sospesi dal servizio. Il giudice del riesame conferma la misura cautelare

Tre militari sospesi dal servizio dall’Esercito in seguito alla denuncia di un venditore ambulante. 

Non torneranno in servizio, i tre giovani militari del Reggimento Lagunari Serenissima, di pattuglia nel servizio Strade Sicure, accusati dal pm Stefano Buccini di aver malmenato e rapinato di 40 euro un venditore abusivo bengalese.

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame, che ha respinto il ricorso presentato dagli avvocati difensori e confermato il provvedimento cautelare disposto dalla giudice Barbara Lancieri, che ha sospeso i tre militari dal servizio per un anno.

Una decisione dalle conseguenze immediate: i tre militari sono stati “messi a riposo” dall’Esercito, licenziati. I legali avevano presentato ricorso sostenendo che i tre fossero di pattuglia insieme casualmente, che non fossero particolarmente amici e che non si sarebbero quindi esposti per 40 euro.

Le motivazioni del Riesame non sono ancora note, ma la decisione sì: il provvedimento di interdizione dal servizio resta valido.

«Sanno solo di quello…sapessero degli altri…abbiamo fatto cose peggior…pugni nei reni», dice al telefono – intercettato dalla Mobile – uno dei tre militari.

Millanteri o realtà? Per ora le indagini sono concentrate su un unico episodio, che risale al 23 dicembre 2019. L’indagine è partita dalla denuncia presentata da un giovane bengalese, venditore abusivo di stivali di gomma nei giorni di acqua alta, fermato per un controllo e portato all’interno dei Giardini Papadopoli.

Qui – secondo la denuncia – quando l’uomo ha aperto il portafoglio per mostrare i documenti, i tre si sarebbero appropriati dei 40 euro che conteneva. Davanti alla sua reazione – si legge nel capo di accusa – dopo «avergli rotto telefonino e stivali (…) colpivano l’uomo con sberle, pugni sulla testa e sulle gambe, cagionandogli lesioni guaribili in 8 giorni».

FONTE LA NUOVA VENEZIA

Immagine di repertorio

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento