Il progetto antiterrorismo della NATO

La tenda per rilevare le armi da fuoco nascoste utilizzando la tecnologia a microonde è stata una delle novità mostrate a Roma lo scorso 24 maggio nell’ambito del programma NATO Scienza per la pace e la sicurezza.

Un sistema  denominato DEXTER, che permette il rilevamento di esplosivi e armi da fuoco come contrasto al terrorismo.

Da quanto riporta janes.com, gli eserciti europei starebbero seguendo da vicino i risultati del programma anche per le sue potenziali applicazioni militari.

Secondo la NATO e i funzionari di ricerca nazionali,una volta commercializzati, i sistemi di rilevamento potrebbero essere posti nei siti delle infrastrutture critiche civili degli alleati.

Un ricercatore – sottolinea Janes.com –  durante la dimostrazione avvenuta in una stazione della metropolitana di Roma – si sarebbe rivolto ai giornalisti sostenendo di  aver avuto alcuni colloqui informali con l’esercito italiano, che avrebbe espresso interesse per DEXTER [Detection of Explosives and Firearms to Counter Terrorism] e per i suoi potenziali usi di mantenimento della pace”.

Di seguito il video proposto da “Alanews”:

Antiterrorismo, progetto DEXTER NATO-ENEA per proteggere aeroporti, metro e stazioni Un “Guardian Angel” hi-tech sperimentato con PS e ATAC nella metro A di Roma (Roma). Rafforzare la sicurezza dei passeggeri e prevenire attacchi con armi o esplosivi in metropolitane, stazioni ferroviarie, aeroporti, ma anche in spazio luoghi di ritrovo affollati, grazie a innovative tecnologie di sorveglianza.

E’ l’obiettivo del progetto DEXTER (Detection of EXplosives and firearms to counter TERrorism), finanziato dalla Nato nell’ambito dello Science for Peace and security programme e coordinato a livello tecnico scientifico dall’ENEA.

 

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento