È guerra su aerei e missili, costano 800 milioni. Ma non sono chiari i capitoli di spesa

Un investimento che non indica i capitoli di spesa. Nonostante in ballo ci siano quasi 800 milioni, di cui 136 messi nel conto del ministero dello Sviluppo economico (Mise), come peraltro accade spesso. L’acquisto di missili e aerei militari – raccontato in anticipo da La Notizia – diventa un caso politico, sollevato al Senato dal Movimento 5 Stelle all’inizio dell’esame in Commissione Difesa a Palazzo Madama.

“L’unico dato indicato riguarda il costo complessivo. Ma mancano i dettagli, come il piano di investimento e le previsioni sui ritorni economici”, ha detto a il senatore pentastellatoVincenzo Santangelo. Che ha annunciato battaglia, anche perché si staglia un’ombra: “Abbiamo il sospetto che il Governo abbia dato già il via libera alle operazioni di acquisto”, ha denunciato il parlamentare dei 5 Stelle.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento