Gasparri: Ritiro truppe da Afghanistan potrebbe aprire la strada ad un ritorno inquietante del fondamentalismo

Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, componente della commissione Difesa, afferma: “Speriamo di non dover fare un bilancio amaro tra qualche tempo, dopo il ritiro dall’Afghanistan delle truppe italiane e di altri Paesi.

Per anni e anni la comunità internazionale ha pagato un duro prezzo per impedire il ritorno dei talebani al controllo dell’Afghanistan. Spero di essere smentito – continua il parlamentare in una nota -, ma prevedo un futuro molto duro per quelle terre.

Già adesso la situazione sta peggiorando e con il ritiro della presenza militare la situazione diventerà ancora più fosca. Abbiamo pagato un prezzo di vite, abbiamo affrontato costi morali e materiali enormi.

Ma lo abbiamo fatto per difendere la libertà e contrastare il fondamentalismo islamico che proprio nell’Afghanistan ha delle sue centrali pericolosissime”.

L’esponente di FI aggiunge: “Sono molto preoccupato per quanto accadrà e ritengo che ci sia stata una sottovalutazione generale delle scelte fatte. E anche in Italia, a cominciare dal Parlamento, nessuna riflessione seria.

Si è parlato molto del finanziamento delle missioni internazionali militari in tutti questi anni. E Forza Italia le ha sempre sostenute.

Non si è invece discusso nemmeno un secondo di questo ritiro – conclude Gasparri -, che apre la strada ad un ritorno inquietante di un fondamentalismo che rappresenta una vera minaccia al mondo intero e alla libertà di tutti”.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento