F-35: il polo nazionale sarà ad Amendola , ma la decisione non piace alla Marina

La decisione del Capo di Stato maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli , già Capo di Stato Maggiore dell’ Aeronautica di costituire ad Amendola il polo nazionale degli F35 non è piaciuta particolarmente alla Marina Militare.

Con tale decisione, i caccia di nuova generazione della Marina  dovranno rispondere alla linea logistica ed addestrativa dell’ Aeronautica  tramite la costituzione di un Gruppo di volo interforze .↓



I caccia in questione sono gli F35A ( Aeronautica) e gli F35B ( Marina) . I primi a decollo convenzionale ,  già in servizio presso la base militare di Amendola, i secondi  ( solo due per ora) a decollo verticale, in dotazione nella base militare di Grottaglie, centro di addestramento dell’Aviazione navale. I caccia F35B in futuro sostituiranno gli Harrier AV8B plus.

La decisione del Generale Vecciarelli – si apprende dalla Gazzetta del Mezzogiorno -ha provocato l’intervento dell’ ex Capo di Stato maggiore della Difesa Luigi Binelli Mantelli  che ha scritto , in una lettera aperta pubblicata su “La Stampa”, direttamente al ministro della Difesa Lorenzo Guerini. A detta di Mantelli , il prospettato trasferimento provocherà uno spreco di danaro pubblico e limiterà l’operatività della portaerei Cavour.

La missiva dell’ Ammiraglio Mantelli è finita sotto gli occhi de deputati tarantini del MoVimento 5 Stelle, Cassese, De Giorgi ed Ermellino che l’hanno definita: “un fulmine a ciel sereno” e che, proprio per questo, merita chiarezza sugli eventuali motivi di una tale decisione e in un secondo tempo sulle tempistiche previste per il possibile trasferimento.↓



Se tali informazioni rilevate dall’Ammiraglio Binelli Mantelli dovessero rivelarsi reali – sostengono i deputati – non potremmo non essere d’accordo con lui quando appunto parla di avvilimento ulteriore dell’indotto tarantino, già duramente colpito dalla crisi dell’ex Ilva.

Anche perché, nell’ottica di riconversione e diversificazione delle attività economiche del territorio, la notizia del trasferimento del Grupaer stride fortemente. In attesa di conoscere i dettagli della vicenda e le potenziali soluzioni da parte del ministero della Difesa, ci accodiamo in qualità di rappresentanti politici del territorio alle preoccupazioni espresse dall’Ammiraglio, in particolare quando afferma che il trasferimento potrebbe essere avvertito dal Tarantino come una ulteriore pugnalata alle spalle”, concludono i deputati del MoVimento 5 Stelle.





METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…

Condivisione

Lascia un commento