Extracomunitario colpisce poliziotta con una spranga, Conestà (Mosap): «Poteva finire in tragedia, subito taser e regole di ingaggio»

«Abbiamo aspettato troppo, non possiamo rischiare di farci scappare il morto, considerate le sempre più frequenti aggressioni ai danni di uomini e donne in divisa. Solidarietà alla collega delle volanti di Bolzano, brutalmente aggredita da un extracomunitario a colpi di spranga».

Lo dichiara Fabio Conestà, Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia (Mosap), commentando l’aggressione avvenuta ieri a Bolzano ai danni di una poliziotta, colpita con una spranga in ferro da un cittadino eritreo.

L’uomo mirava alla testa, ma l’agente si è difesa coprendosi il volto e riportando una profonda ferita all’avambraccio.

«Abbiamo assistito a proclami, di recente la gara per la fornitura è stata aggiudicata, adesso non si perda più tempo – dice Conestà – il personale di polizia ha bisogno del taser.

I balordi in strada non si fanno scrupoli ad aggredire i colleghi, in quanto consapevoli che seppure arrestati, vengono rilasciati subito dopo. Con il taser e adeguate regole di ingaggio, risolviamo il problema a monte, evitando aggressioni e feriti» conclude.
Roma, 16 luglio 2021

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento