Droga nelle forze armate inglesi. Centinaia i soldati radiati

https://www.theguardian.com/uk-news/2020/aug/24/rise-in-number-of-british-soldiers-being-sacked-for-drug-use

Un’inchiesta del “The Guardian” rivela come centinaia di membri dell’esercito britannico ogni anno vengono espulsi perché trovati positivi ai drug test .

Il numero delle espulsioni,  tra l’altro,  è in costante aumento. I dati del Ministero della Difesa sono inquietanti: nel 2019 circa 660 tra soldati e riservisti – quasi l’equivalente di un battaglione – sono stati congedati a causa della droga. 

Prima del Covid-19, nelle forze armate inglesi venivano effettuati circa 80.000 test all’anno. Oltre alla cocaina,  i  test hanno rivelato un ampio consumo di  cannabis ed ecstasy, oltre alla ketamina, agli steroidi ed alle benzodiazepine.

Nel 2017 sono risultati positivi all’assunzione di droga ben 680 soldati, mentre nel 2018 la cifra è salita a 820. Lo scorso anno sono stati radiati altri 770 militari.

Quest’anno , malgrado la pandemia,  220 militari sono già risultati positivi. Uno di loro ha rivelato al The Guardian che in molti assumono droghe a causa dello stress accumulato tra le fila dell’esercito. Altri  invece assumono sostanze non appena rientrano dai teatri operativi, perché affetti da disturbo post-traumatico da stress .

La ” fonte” ha rivelato inoltre che per lo più l’uso di cocaina avviene nel fine settimana, anche se spesso viene assunta anche in servizio”. “Non c’è modo di terminare una settimana senza assumere bevande o droghe” ha dichiarato l’ex militare. Senza contare l’abuso di alcool, che nelle forze armate inglesi è sempre al primo posto.

La cocaina sarebbe preferita agli altri stupefacenti per la rapidità con cui viene smaltita dal corpo, in modo da eludere i controlli. La cannabis, ad esempio, rimane nell’organismo per settimane. Alcuni invece (una minoranza) ,  assumerebbero droga proprio con l’intento di farsi congedare, perché una volta entrati nell’esercito inglese, bisogna rimanerci almeno per un anno.

Nel novembre 2018, l’ex segretario alla Difesa Gavin Williamson ha introdotto la tolleranza zero per l’ assunzione di droghe. Secondo Ben Wallace invece, l’attuale Ministro della Difesa, devono essere gli alti ufficiali a dover decidere se i soldati positivi al drug test devono essere radiati o debba essere loro concessa una seconda occasione.

Malgrado tutto, nell’esercito inglese prevale la tolleranza zero. Un portavoce del Ministero della Difesa infatti ha dichiarato che l’abuso di droghe è incompatibile con il servizio militare e l’operatività delle forze armate. Il personale dell’esercito che assume droghe, deve essere assolutamente congedato.

METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento