ospedale tenda

Covid-19: al via lo Smart Working per le Forze Armate. Caserme semivuote e si lavorerà da casa

Finalmente si fa sul serio. La decisione che il Governo avrebbe dovuto prendere sin dai primi giorni dalla diffusione del coronavirus, è stata adottata a partire dalla mezzanotte di oggi, 10 marzo 2020. Il nuovo decreto denominato “Io resto a casa” permetterà agli italiani di uscire di casa solo per “motivate e comprovate necessità”. Tutti dovranno attenersi a regole rigidissime.

La misura restrittiva in queste ore sta per essere adottata anche in diverse caserme delle ffaa. In dette caserme dovrà presenziare soltanto il personale ritenuto necessario a garantire l’operatività, tutti gli altri lavoreranno da casa tramite l’istituto dello Smart Working.↓



Militari impegnati nel “controllo accessi” presso le stazioni ferroviarie

Nelle basi militari interessate verranno garantite tutte le funzioni essenziali, riducendo  al minimo la presenza del personale.  Per militari e civili verrà adottato un sistema “a rotazione” per un periodo di 14 giorni calendariali nei quali si dovrà rimanere disponibili presso il proprio domicilio, svolgendo attività di servizio in ossequio alle vigenti disposizioni ministeriali in tema di “lavoro agile”, di cui alla legge 81/2017 (artt.18 e 23);

Non è escluso che al termine dell’emergenza,  la norma possa essere rivisitata e adottata in tutta Italia. Lo Smart Working, ovvero la modalità organizzativa «a distanza» , può consentire forti incrementi di produttività e risparmio sia nei costi che nelle emissioni di CO2 per gli spostamenti dei dipendenti.

MISURE STRAORDINARIE 



Il Periodo trascorso in malattia/quarantena con sorveglianza attiva, o in Permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva, dai dipendenti delle amministrazioni pubbliche a causa del COVID-19 è equiparato al periodo di ricovero ospedaliero.

La Direzione Generale del Personale Militare ha disposto di porre detto personale in “licenza straordinaria” da concedere senza tener conto, al momento, del limite massimo previsto dei 45 giorni annui.
Le assenze dal servizio derivanti dai provvedimenti di contenimento del fenomeno epidemiologico COVID-19,  costituiscono servizio prestato a tutti gli effetti di legge .

GESTIONE FIGLI MINORI

Fatta eccezione per l’Arma dei  carabinieri ( leggi QUI ), non ci risulta che le altre ffaa abbiano emanato  disposizioni volte a sostenere  i nuclei familiari nei  quali sono presenti militari che necessitato di accudire i figli a causa della sospensione delle attività scolastiche.

In tali casi, sarà comandante dell’ Ente a dover valutare se concedere o meno una licenza straordinaria “per gravi motivi debitamente documentati” fino a 45 giorni annui, nella misura necessaria a soddisfare eventuali esigenze connesse con la situazione di emergenza in atto.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI




Loading…


Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento