Chiusura scuole fino a metà marzo: i sindacati militari chiedono risposte per il personale

Le scuole verranno chiuse almeno fino a metà marzo. La decisione è stata presa dall’Esecutivo riunito a Palazzo Chigi. 

Dopo l’intervento del SIAM “Sindacato Aeronautica Militare” che aveva chiesto l’intervento diretto del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini,  il SIAMO “Sindacato Italiano Autonomo Militare Organizzato” chiede l’ intervento del Capo di Stato Maggiore dell’ Esercito al fine di fornire adeguate risposte al personale militare.

Il Sindacato Italiano Autonomo Militare Organizzato – S.I.A.M.O Esercito – attenzionato sull’emergenza sanitaria “COVID-19”, che ha coinvolto tutto il territorio nazionale, ha formalmente richiesto l’intervento del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, al fine di fornire adeguate risposte al personale militare.

L’obbligata sospensione dell’attività scolastica in molte Regioni ha creato notevole disagio alle famiglie dei militari, costretti ad assentarsi dal servizio utilizzando la propria licenza ordinaria. Abbiamo pertanto chiesto che sia valutata la fruizione della licenza straordinaria retribuita per tutto il periodo in cui il personale è rimasto presso il proprio domicilio a prestare la necessaria assistenza ai figli minori.



Inoltre, in considerazione dell’impiego del personale militare presso le località soggette al provvedimento restrittivo, abbiamo chiesto di porre in essere ogni azione volta alla tutela della salute del personale, oltre all’applicazione omogenea di protocolli sanitari preventivi ed al termine dell’operazione, per permettere al personale un sereno rientro nella sede di servizio e presso il proprio nucleo familiare.

Ancora una volta l’Italia ha avuto modo di verificare l’abnegazione e la professionalità degli Uomini e delle Donne in Uniforme; nel ringraziarli ancora una volta, certi che le aspirazioni e necessità del personale saranno seguite con la necessaria attenzione, continueremo a monitorare la situazione e ad evidenziare ogni possibile criticità.

Auspichiamo, pertanto, che il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, sempre attento alle problematiche del personale, valuterà con attenzione le criticità prospettate ed adotterà i provvedimenti idonei atti a risolvere le stesse.





METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI


Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento