https://www.ciociariaoggi.it/news/cronaca/152720/carabiniere-trovato-morto-in-casa-dei-genitori-si-pensa-ad-un-gesto-estremo

Carabinieri accoltellati durante notifica TSO. Zetti (NSC): «Carabinieri non sono medici. Tso problema sanitario e non di ordine pubblico»

«Intendiamo innanzi tutto esprimere solidarietà ai due colleghi accoltellati ieri in provincia di Reggio Calabria, durante la notifica di un TSO a una persona affetta da problemi psichici.

Argomenti come questi sono molto sensibili e delicati e il contatto con il soggetto non può avvenire da parte del militare che non ha le competenze mediche necessarie per affrontare una situazione del genere».

È quanto dichiara Massimiliano Zetti, Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri (NSC), in merito ai due marescialli dell’Arma che ieri sono stati accoltellati a un braccio e alla testa da un 60enne cui è stato notificato un TSO.

«I trattamenti sanitari obbligatori sono un problema sanitario e non di ordine pubblico, i carabinieri non possono, né devono sostituirsi ai medici.

Casi come questi riportano alla mente quanto successo a Genova nel 2018 in un caso simile, quando un ragazzo, Jefferson Tomala, durante un TSO si accanì sui poliziotti intervenuti accoltellandoli e uno di questi si difese esplodendo un colpo risultato poi fatale per il giovane. Ecco – conclude Zetti -, il passato continua a non insegnare nulla».

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento