Bloccato carico radioattivo proveniente dalla Croazia

Era stato caricato in Croazia su un treno di rottami ferrosi destinati all’Abs. A intercettare un dispositivo portasorgente, una sorta di box radioattivo, composto da uranio impoverito è stato il portale radiometrico installato all’interno delle Acciaierie Bertoli Safau di Cargnacco.

La procedura di emergenza è scattata il 4 luglio, giorno in cui la sorgente radioattiva è stata individuata. La comunicazione è stata diramata in Prefettura, all’Arpa, ai carabinieri del Noe e ai Vigili del fuoco con il nucleo Nbcr di Udine e Trieste che sono intervenuti per valutare il rischio.

«La sorgente radioattiva è stata individuata nella parte alta del vagone – precisa la delegata ambientale Abs Martina Ricetto – si trattava di un recipiente in uranio che pesava una decina di chili risalente agli anni Cinquanta e destinato a schermare la sorgente radioattiva, fortunatamente era vuoto».

>Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento