“AUDIO DEL COMANDANTE” GALANTINO: “NESSUNO TOCCHI I MILITARI CHE DENUNCIANO ILLECITI”

Davide Galantino, militare del Ruolo Graduati dell’ Esercito Italiano, è un deputato eletto tra le fila dei 5 Stelle. Pur rimanendo membro della Commissione Difesa, da qualche giorno è transitato nel gruppo misto . In un post sul suo profilo fb, Galantino ha voluto riprendere la vicenda del comandante, cessato dall’incarico , dopo le frasi poco consone proferite al proprio personale  durante una cerimonia dell’alzabandiera. La vicenda risale allo scorso settembre.



Poco dopo i fatti  dell’alzabandiera, Galantino riuscì a far istituire un portale per le segnalazioni anonime su illeciti ed irregolarità nelle ffaa ( clicca QUI)

All’epoca dei fatti  , intervenne perfino l’Esercito,  che condannò aspramente il comportamento del comandante . L’audio incriminato fu  registrato durante la l’ Alzabandiera del 62° reggimento fanteria “Sicilia” sito a Catania. L’allora comandante si lasciò andare a qualche parola di troppo nei confronti di alcuni suoi sottoposti che si erano permessi di entrare in contenzioso con l’amministrazione, al fine di evitare la perdita irrevocabile del monte ore accumulato durante l’ Operazione “Strade Sicure”… ma non solo. Nell’ audio postato lo scorso novembre 2018 da “Il fatto quoridiano” , l’ufficiale ricorre spesso al torpiloquio nei confronti di inermi sottoposti, urlandogli di tutto  ( clicca QUI)

La dichiarazione di Galantino



Comportamenti come quelli accaduti nel reggimento siciliano- ha dichiarato nel  proprio profilo fb Galantino – dove il comandante avrebbe minacciato i suoi militari per aver intrapreso un’azione legale a tutela di diritti retributivi, devono essere repressi ed i responsabili devono pagarne le conseguenze. Sono metodi che non appartengono al mondo militare.

Il 27 settembre 2018- continua il deputato –  ho interrogato il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta per questa vicenda. Quanto alla metodologia utilizzata dall’ufficiale, ormai cessato dall’incarico, la stessa è oggetto di accertamento di responsabilità disciplinare ed amministrativa.

In merito all’esame disciplinare da parte delle competenti autorità, relativo alle condotte tenute dal personale coinvolto nella vicenda, esso è attualmente sospeso, in aderenza al disposto dal Codice di Ordinamento Militare.
Una splendida notizia per il personale delle forze armate, le quali conclude l’ex pentastellato – possono anch’esse godere delle norme sulla tutela dei dipendenti che denunciano illeciti tra le mura delle caserme.





Loading…


Loading…


Loading…

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento