Ma a un agente si può spezzare il braccio

Can che abbaia non morde. Ringhia, e si becca – chissà una sospensione. L’altro,povera vittima, alla prima occasione buona morde. E fa male. Il dirigente della Polizia di Stato ha gridato ai suoi: «Se tirano qualcosa spaccategli un braccio». Il marocchino bloccato dopo aver venduto la dose a tre minorenni reagisce all’arresto e spezza un braccio al poliziotto della Squadra Mobile. Senza troppo rumore, che non sia mai qualcuno si indigni.

I fatti di piazza Indipendenza, con la guerriglia urbana dopo quattro anni di anarchia, risuonano ancora forti – tra gli idranti dello scandalo e le bombole del gas leggere come i fiori lanciati dal rivoltoso di Banksy mentre ieri mattina, sul litorale romano, un gruppo di spacciatori deve aver seguito alla lettera i suggerimenti dati in ordine pubblico, spezzando diverse ossa al poliziotto che tentava di mettergli le manette.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento