Trasferimento militare per il coniuge: quando è dovuto secondo i giudici

Cambiano le regole del trasferimento militare per il ricongiungimento con il coniuge: lo ha deciso il Tar di Brescia. Il motivo? Lo smembramento della famiglia deve essere evitato.

Il trasferimento militare per i membri delle Forze Armate cambia con la sentenza 566/2011 del Tar di Brescia, il quale ha affermato che la legge deve impedire traumi familiari e attenuare così i disagi connessi agli spostamenti dei militari.

Cosa si deve fare per far avvicinare il coniuge al militare, quindi? Prima di tutto è necessario che il trasferimento militare si applichi nell’ambito del territorio italiano, dato che comunque questa possibilità non è prevista per le missioni all’estero.

In questo caso, però, il coniuge può avere diritto ad un’aspettativa speciale per evitare che si verifichi uno smembramento del nucleo familiare a causa del trasferimento militare. Ecco cosa prevede la legge sul ricongiungimento per il trasferimento militare e cosa ha deciso il Tar di Brescia in merito.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento