SIULP: Applicazione Articolo 54 D.P.R. 1092/1973 al Personale delle Forze di Polizia a Ordinamento Civile

Il Consiglio dei Ministri nel licenziare la bozza di manovra finanziaria da presentare in Parlamento ha accolto un primo step del pacchetto specificità rivendicato nell’articolata piattaforma contrattuale presentata dal SIULP e oggetto di discussione in occasione del rinnovo del contratto 2019-2021”.

Vogliamo ricordare a tutti i colleghi che l’accoglimento di alcune questioni relative alla rimozione delle sperequazioni di carattere previdenziale rispetto alle altre categorie e addirittura presenti all’interno del comparto sicurezza e difesa, era stata indicata come pregiudiziale dal direttivo Nazionale del SIULP che a questo obbiettivo aveva condizionato lo stesso esito delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale di categoria, come risulta dal documento finale approvato all’unanimità nella seduta del 27 ottobre e pubblicato sul precedente numero di questo notiziario.

E’ di particolare importanza l’emendamento contenuto nell’articolo 27 della legge di bilancio che prevede l’applicazione dell’aliquota del 2,44 per cento per ogni anno utile, nel calcolo delle pensioni riferito al personale che al 31 dicembre 1995 vantava una anzianità contributiva inferiore a diciotto anni.

Lo stesso prevede:
Al personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, in possesso, alla data del 31 dicembre 1995, di un’anzianità contributiva inferiore a diciotto (18) anni, effettivamente maturati, si applica, in relazione alla specificità prevista dall’articolo 19 della legge 04 novembre 2010 n. 183, l’articolo 54 del DPR 29 dicembre 1973 n. 1092, ai fini del calcolo della quota retributiva da liquidarsi con il sistema di calcolo MISTO ( legge 335/1995) , con l’applicazione dell’aliquota del 2,44 per cento per ogni anno utile.

Occorrerà ora attendere l’approvazione della legge finanziaria da parte del Parlamento, perché sia possibile la riliquidazione dei trattamenti agli interessati.

Nella tabella che segue sono illustrate le differenze fra le aliquote di rendimento attualmente in vigore ai sensi dell’art. 44 comma 1 del D.P.R. 1092/1973 e le aliquote previste dall’art. 54 del D.P.R. 1092/1973.

TABELLA DPR 1092/73

Articolo 54

TABELLA DPR 1092/73

Articolo 44 comma 1

Differenza di aliquota di rendimento

1 Anno

0,02440

1 Anno

0,02333

1 Anno

0,00107

2

0,04880

2

0,04667

2

0,00213

3

0,07320

3

0,07000

3

0,00320

4

0,09760

4

0,09333

4

0,00427

5

0,12200

5

0,11667

5

0,00533

6

0,14640

6

0,14000

6

0,00640

7

0,17080

7

0,16333

7

0,00746

8

0,19520

8

0,18667

8

0,00853

9

0,21960

9

0,21000

9

0,00960

10

0,24400

10

0,23333

10

0,01066

11

0,26840

11

0,25667

11

0,01173

12

0,29280

12

0,28000

12

0,01280

13

0,31719

13

0,30333

13

0,01386

14

0,34159

14

0,32667

14

0,01493

15

0,36599

15

0,35000

15

0,01599

16

0,39039

16

0,36800

16

0,02239

17

0,41479

17

0,38600

17

0,02879

18

0,43919

18

0,40400

18

0,03519

Nota: Per il personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, con un’anzianità contributiva pari o inferiore a 15 anni, per l’anno 1995, l’INPS erroneamente applica l’aliquota di rendimento del 2 per cento in attuazione all’articolo 17 comma 1, legge 24/12/1994 n. 724, anziché l’aliquota del 2,33 per cento così come prescritto dall’articolo 8 del D.L.vo 165/1997.
Detta anomalia con l’applicazione dell’articolo 54 del DPR 1092/1973 verrà risanata automaticamente.

A titolo meramente esemplificativo riportiamo alcuni modelli di calcolo riferiti a specifiche tipologie di dipendenti:

A) ESEMPIO DI CALCOLO della quota retributiva da liquidarsi con il sistema di calcolo Misto (legge 335/1995)

Applicazione coefficienti in vigore:

Dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 01.09.2020, qualifica Ispettore Superiore:

1) anzianità contributiva di 17 anni e 10 mesi al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,40100 (A)
2) di cui 14 anni e 3 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,33250 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,06850 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 43.253,27 (1)
5) retribuzione media € 50.568,90 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.916,72 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 43.253,27 x 0,33250 = € 14.381,71
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 50.568,90 x 0,06850/13*12 = € 3.197,51
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.916,72 x 0,40100 = € 1.570,60
TOTALE QUOTA RETRIBUTIVA DELLA PENSIONE = € 19.149,82.

Applicazione coefficienti articolo 54 DPR 1092/1973:

Stesso dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 01.09.2020, qualifica Ispettore Superiore, qualifica Commissario:

1) anzianità contributiva di 16 anni al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,43513 (A)
2) di cui 12 anni e 4 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,34769 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,08743 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 43.253,27 (1)
5) retribuzione media € 50.568,90 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.916,72 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 43.253,27 x 0,34769 = € 15.038,91
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 50.568,90 x 0,08743/13*12 = € 4.081,23
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.916,72 x 0,43513 = € 1.704,26
TOTALE QUOTA RETRIBUTIVA DELLA PENSIONE = € 20.824,40.

DIFFERENZE :
Aliquota contributiva al 31.12.1995, coefficiente 0,43513 – 0,40100 = 0,03413 differenza coefficiente

Retribuzioni quota retributiva al 31.12.1995 = € 20.824,40 – € 19.149,82 = € 1.674,58 differenza di pensione annua lorda


B) ESEMPIO DI CALCOLO della quota retributiva da liquidarsi con il sistema di calcolo Misto (legge 335/1995)

Applicazione coefficienti in vigore:

Dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 01.10.2021, qualifica Commissario:

1) anzianità contributiva di 16 anni al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,36800 (A)
2) di cui 12 anni e 4 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,28778 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,08022 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 45.310,71 (1)
5) retribuzione media € 53.222,00 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 4.126,52 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 45.310,71 x 0,28778 = € 13.039,42
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 53.222,00 x 0,08022/13*12 = € 3.941,16
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 4.126,52 x 0,36800 = € 1.518,56
TOTALE QUOTA RETRIBUTIVA DELLA PENSIONE = € 18.499,14.

Applicazione coefficienti articolo 54 DPR 1092/1973:

Dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 01.10.2021, qualifica Commissario:

1) anzianità contributiva di 16 anni al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,39039 (A)
2) di cui 12 anni e 4 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,30093 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,08947 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 45.310,71 (1)
5) retribuzione media € 53.222,00 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 4.126,52 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 45.310,71 x 0,30093 = € 13.635,28
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 53.222,00 x 0,08947/13*12 = € 4.395,25
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 4.126,52 x 0,39039 = € 1.610,97
TOTALE QUOTA RETRIBUITIVA DELLA PENSIONE = € 19.641,50.

DIFFERENZE:
Aliquota contributiva al 31.12.1995, coefficiente 0,39039 – 0,36800 = 0,02239 differenza coefficiente

Retribuzioni quota retributiva al 31.12.1995 = € 19.641,50 – € 18.499,14 = € 1.142,36 differenza di pensione annua lorda


C) ESEMPIO DI CALCOLO della quota retributiva da liquidarsi con il sistema di calcolo Misto (legge 335/1995)

Applicazione coefficienti in vigore:

Dipendente in quiescenza per anzianità dal 01.10.2021, qualifica Sovrintendente Capo + 4 Qlf:

1) anzianità contributiva di 13 anni e 6 mesi al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,31111 (A)
2) di cui 9 anni e 11 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,23139 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,07972 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 38.578,93 (1)
5) retribuzione media € 39.252,74 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.426,71 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 38.578,93 x 0,23139 = € 8.926,74
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 39.252,74 x 0,07972/13*12 = € 2.888,56
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.426,71 x 0,31111 = € 1.066,08
TOTALE QUOTA RETRIBUITIVA DELLA PENSIONE = € 12.881,48.

Applicazione coefficienti articolo 54 DPR 1092/1973:

Dipendente in quiescenza di anzianità dal 01.10.2021, qualifica Sovrintendente Capo + 4 Qlf:

1) anzianità contributiva di 13 anni e 6 mesi al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,32939 (A)
2) di cui 9 anni e 11 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,24196 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,08743 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 38.578,93 (1)
5) retribuzione media € 39.252,74 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.426,71 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = € 38.578,93 x 0,24196 = € 9.334,66
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 39.252,74 x 0,08743/13*12 = € 3.167,95
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.916,72 x 0,32939 = € 1.359,25
TOTALE QUOTA RETRIBUITIVA DELLA PENSIONE = € 13.861,46.

DIFFERENZE:
Aliquota contributiva al 31.12.1995, coefficiente 0,32939 – 0,31111 = 0,01828 differenza coefficiente

Retribuzioni quota retributiva al 31.12.1995 = € 13.861,86 – € 12.881,38 = € 980,48 differenza di pensione annua lorda


D) ESEMPIO DI CALCOLO della quota retributiva da liquidarsi con il sistema di calcolo Misto (legge 335/1995)

Applicazione coefficienti in vigore:

Dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 07.05.2021, qualifica Assistente Capo “Coordinatore” + 8 Qlf:

1) anzianità contributiva di 6 anni e 8 mesi al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,15166 (A)
2) di cui 3 anni e 1 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,07194 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,07972 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 35.472,91 (1)
5) retribuzione media € 36.898,91 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.267,68 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = 35.472,91 x 0,07194 = € 2.551,92
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 36.898,91 x 0,07972/13*12 = € 2.715,15
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.267,68 x 0,15166 = € 495,58
TOTALE QUOTA RETRIBUITIVA DELLA PENSIONE = € 5.762,65.

Applicazione coefficienti articolo 54 DPR 1092/1973:

Stesso dipendente in quiescenza di vecchiaia dal 07.05.2021, qualifica Assistente Capo “Coordinatore” + 8 Qlf

1) anzianità contributiva di 6 anni e 8 mesi al 31.12.1995, corrispondente coefficiente di rendimento dell’0,16266 (A)
2) di cui 3 anni e 1 mesi al 31.12.1992, corrispondente coefficiente di rendimento 0,07523 (B)
3) differenza coefficiente di rendimento dal 31.12.1995 al 31.12.1992 (A-B) 0,08743 (C)
4) retribuzione pensionabile alla cessazione € 35.472,91 (1)
5) retribuzione media € 36.898,91 (2)
6) Importo beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 ( cd sei scatti paga ) € 3.267,68 (3)

Calcolo:
1) Prima quota di pensione (1 x B) = € 35.472,91 x 0,07523 = € 2.668,70
2) Seconda quota di pensione (2 x C) = 36.898,91 x 0,08743/13*12 = € 2.977,98
3) beneficio articolo 4 D.L.vo 165/1997 (3 x A) = 3.267,68 x 0,16266 = € 531,53
TOTALE QUOTA RETRIBUITIVA DELLA PENSIONE = € 6.178,21.

DIFFERENZE:
Aliquota contributiva al 31.12.1995, coefficiente 0,16266 – 0,15166 = 0,01100 differenza coefficiente

Retribuzioni quota retributiva al 31.12.1995 = € 6.178,21 – € 5.762,65 = € 415,56 differenza di pensione annua lorda

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento