Sergente Maggiore dell’ Aeronautica muore sul lavoro. Carabiniere si suicida con la pistola d’ordinanza

Due morti hanno scosso il Comparto Sicurezza e Difesa nella giornata di ieri, 4 maggio 2020. Un Sergente Maggiore Capo dell’ Aeronautica è deceduto sul lavoro per cause in corso di accertamento , mentre un Brigadiere Capo dei carabinieri ha deciso di farla finita con la propria pistola d’ordinanza.



La triste notizia del decesso del Sergente Maggiore Capo Luca Morra , 42 anni,residente a Segni in provincia di Roma, è stata diffusa dal  Siam “Sindacato Aeronautica Militare”. Il militare è morto sul lavoro, ma non sono stati forniti ulteriori particolari sulle cause del decesso. Il sottufficiale prestava servizio nell’Aeroporto Militare di Ciampino.Lascia la moglie e due figli piccoli.

Il Brigadiere Capo dei carabinieri Pieluigi Mastorci invece si è ucciso con la pistola d’ordinanza. Il dramma è accaduto a San Martino in Strada, in provincia di Forlì.



In questo caso è stato il sindacato SIULM “Sindacato Unitario Lavoratori Militari” a diffondere la notizia. Mastorci aveva 56 anni. Si è ucciso con un colpo di  pistola alla tempia nei pressi della caserma, all’interno del garage di pertinenza del proprio alloggio.


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI. SIAMO ANCHE SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento