Perseguitava funzionaria. Nei guai caporale di Sarno

SARNO. La procura di Nocera Inferiore vuole il processo con rito immediato per il caporalmaggiore dell’Esercito originario di Sarno accusato di stalking nei confronti di una funzionaria del comune di San Valentino Torio. L’uomo, già recidivo, sottoposto a misure interdittive e cautelari con diversi episodi contestati, alla fine di agosto era tornato alla carica, con minacce e intimidazioni pesanti contro la donna. «Ti taglio la testa», le aveva detto, pedinandola con l’auto e sputandole contro. Continua ↓

Contro di lui in passato erano state depositate numerose lettere, di cui una mandata dal carcere di Santa Maria Capua Vetere, raccontando difficoltà e poi minacciando vendetta: «Io non dimentico nulla, la colpa è solo tua ,devi soffrire», sosteneva l’indagato. Continua ↓

L’uomo, un sarnese 41enne, aveva conosciuto la donna durante la separazione dalla sua ex moglie, iniziando il corteggiamento per poi spaventarla e importunarla, fino alle lettere d’amore anche spinte, alle continue telefonate, citofonando a casa sua di notte, «manifestando espliciti interessi sessuali nei suoi confronti, esprimendo fantasie erotiche e apprezzamenti volgari», come scrisse il gip.

Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione

Lascia un commento