Padova. Radon e tumori, la sentenza è storica: condannati i vertici militari

C’è un colpevole, per il disastro radon nell’ex base Nato scavata nel monte Venda, nel Padovano. E, ciò che più conta, per la prima volta viene riconosciuto da un tribunale che tre soldati hanno avuto il tumore al polmone in seguito all’esposizione da gas sul posto di lavoro. Per colpa dei vertici militari. Continua ↓

È stato condannato a due anni – pena sospesa – per omicidio colposo e violazione della tutela delle condizioni di lavoro l’ex direttore generale della Sanità dell’Aeronautica militare, Agostino Di Donna, 88 anni, di Roma, nell’ambito del processo per le vittime del gas nella ex base dell’Aeronautica militare Primo Roc. Assolto, invece, l’ex capo di Stato maggiore Franco Pisano, 86 anni.

Il giudice del tribunale di Padova ha anche condannato in solido il ministero della Difesa, rinviando la quantificazione del risarcimento al tribunale civile. Il procedimento riguardava la morte di due militari, Graziano Strazzacappa e Nicola Santacroce, deceduti proprio per aver inalato per anni gas radon nelle gallerie sotterranee del Primo Roc, e anche la malattia di un terzo militare. Ma restano in attesa di risposta centinaia di altri casi. Leggi tutto, clicca QUI

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento