Non ce l’ha fatta il poliziotto Penitenziario di 52 anni finito in ospedale dopo una caduta nella sua abitazione. Era affetto da covid

L’Ispettore Superiore Mario Nadalutti è deceduto a causa di una caduta nella sua  abitazione. Il poliziotto aveva sbattuto violentemente la testa a terra. Era stato ricoverato con un grave trauma cranico.

Scrive il Segretario Regionale del SAPPE del Friuli Venezia Giulia Giovanni Altomare:

Scompare prematuramente per una caduta in casa il collega Mario Nadalutti di Udine. Era anche positivo al covid.

Sgomento per la prematura scomparsa dell’Ispettore Superiore Nadalutti Mario in servizio presso la Casa Circondariale di Udine in qualità di responsabile dell’ufficio Matricola.

Una notizia che mi addolora profondamente.
Era positivo al covid 19 circa un mese fa. Per una caduta in bagno di casa sua, pare correlata con la sua positività, ha sbattuto la testa in terra.

Ricoverato in ospedale per il trauma subito, oggi siamo a dare la terrificante notizia che Mario non ce l’ha fatta. Aveva 52 anni e due figli.
Non ho parole.
Lo conosco per qualche dialogo che ho potuto avere con lui a Udine. Una persona pacata e altruista. Che Dio lo abbia in gloria.

Giovanni Altomare

Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)

Loading…






Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento