Marina Militare nel dispositivo di controllo del COVID-19

Brindisi – Domenica 29 marzo 2020 – Nell’ambito delle attività di contrasto al COVID 19 volute dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, la Marina Militare, su specifica richiesta dello Stato Maggiore della Difesa, da ieri impiega i Fucilieri della Brigata Marina San Marco anche nel controllo del territorio.



La Forza da Sbarco della Marina Militare, reparto d’élite delle Forze Armate Italiane, caratterizzato da estrema flessibilità tattica e versatilità strategica, ha la capacità di svolgere diversi compiti tra cui l’impiego in dispositivi di ricerca e controllo ed il supporto di attività mediche con installazione di ospedali da campo.

Unità e reparti del San Marco sono oggi impiegati a bordo delle unità navali in mare, con compiti di sicurezza e abbordaggio, e nei teatri operativi all’estero, come ad esempio nella base italiana di Gibuti.

Oltre a garantire continuità nell’attività di vigilanza e controllo del Centro di Permanenza per il Rimpatrio (C.P.R.) / Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo (C.A.R.A.) di Restinco, il San Marco integra con proprio personale i dispositivi in atto nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure” in concorso alle competenti Prefetture e Forze dell’Ordine, affiancando l’Arma dei Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza nel controllo dei varchi d’accesso alla provincia di Brindisi.



Con questo ulteriore impegno la Marina Militare accresce, in pieno spirito interforze e interagenzia, il proprio contributo al Paese nel quadro delle misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Fonte “PRESS MARE”

 


METTI UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FB, CLICCA QUI, OPPURE SEGUICI SU TELEGRAM, ENTRA NEL NOSTRO CANALE, CLICCA QUI

Loading…






Condivisione

Lascia un commento