Gli Stati Uniti approvano la vendita di armi a Svizzera, Lituania e Belgio

WASHINGTON – Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha stanziato 700 milioni di dollari per una possibile vendita di armi alla Svizzera ,alla Lituania ed al Belgio, Nelcontempo la Svizzera lavora per modernizzare la sua Aeronautica entro il 2030.

Da quanto si apprende da Defence News, la Svizzera, sarebbe stata autorizzata ad acquistare un massimo di 72 missili Patriot Advanced Capability -3 Missile Segment Enhancement prodotti da Raytheon Technologies .

L’accordo include anche la tecnologia di lancio correlata, nonché il supporto logistico e tecnico .

La Svizzera negli ultimi anni ha lavorato per rinnovare la propria difesa aerea. Dal 2018, il governo elvetico ha programmato il progressivo acquisto di aerei e missili terrestri per oltre 8 miliardi di dollari. I missili Patriot erano nella lista della spesa.

La scorsa settimana, il Dipartimento di Stato americano ha approvato anche la vendita di armi alla Lituania per 495 milioni di dollari ed al Belgio per 380 milioni di dollari.

La Lituania ha ricevuto l’OK per l’acquisizione di otto sistemi di lancio di razzi di artiglieria ad alta mobilità fabbricati da Lockheed Martin , 36 capsule di missili a testata alternativa con sistema di lancio multiplo guidato di razzi e altro supporto logistico correlato.

Secondo una dichiarazione del DSCA del 9 novembre, le armi sosterranno la modernizzazione dell’esercito lituano al fine di scongiurare eventuali minacce.

infine anche il Belgio ha ricevuto il via libera per l’acquisto di 120 missili aria-aria avanzati a medio raggio AIM-120C-8, 10 sezioni di guida AMRAAM C-8 e altro supporto logistico. Il paese utilizzerà i missili per mantenere le sue flotte F-16 e F-35 pronte al combattimento.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento