Defiscalizzazione 2021: Applicazione a cedolino della riduzione dell’IRPEF a favore del personale militare e delle forze di polizia

“Defiscalizzazione 2021” – Applicazione a cedolino della riduzione dell’IRPEF a favore del personale militare e delle forze di polizia ai sensi dell’art. 45, comma 2, del D.lgs. 29 maggio 2017 nr. 95.

Nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale n. 290 del 06 dicembre 2021 è stato pubblicato il D.P.C.M. del 27 ottobre 2021, concernente la riduzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali riconosciuta al personale delle Forze di Polizia e delle Forze Armate, ai sensi dell’articolo 45, comma 2, del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95 e successive modificazioni. 

Il beneficio fiscale in argomento, comunemente noto come “defiscalizzazione“, spetta in particolare al personale militare che abbia percepito nell’anno 2020 un reddito da lavoro dipendente non superiore a euro 28.974 (punto 1 o 2 della Certificazione Unica 2021) e che sia stato in costanza di servizio nel 2021; da ciò discende che il personale cessato dal servizio entro il 31 dicembre 2020 non rientra nel novero dei beneficiari. 

La riduzione, nello specifico, si applica all’imposta lorda dovuta sul trattamento economico accessorio, comprensivo delle indennità di natura fissa e continuativa, corrisposto nell’anno 2021, fino ad un importo massimo di euro 609,50.

Qualora la detrazione non trovi capienza sulla predetta imposta lorda, la parte eccedente viene applicata sull’imposta dovuta sui medesimi compensi relativi agli anni precedenti ed assoggettati a tassazione separata. 

A differenza di quanto avvenuto negli anni precedenti, il beneficio verrà applicato direttamente in sede di conguaglio fiscale dell’anno 2021 previsto per il prossimo mese di febbraio. L’importo della defiscalizzazione non sarà riportato in maniera espressa in busta paga, ma al pari delle altre detrazioni d’imposta, confluirà in maniera indistinta nella voce relativa al conguaglio fiscale presente sul cedolino delle competenze di febbraio. 

Ciò premesso, l’importo della detrazione spettante sarà, ad ogni modo, desumibile dalla Certificazione Unica 2022 relativa ai redditi 2021 (CU2022). In particolare, al punto 384 della predetta CU2022 sarà indicato l’importo della detrazione fruita mentre al punto 385 sarà indicato l’importo della detrazione eventualmente non fruita. I soggetti rientranti in quest’ultima casistica per poter usufruire della detrazione saranno tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi. 

Pertanto – sottolinea il CUSI (CentroUnico Stipendiale Interforze) – si sensibilizza il personale destinatario della defiscalizzazione a voler prendere visione sia del cedolino del mese di febbraio 2022 sia della Certificazione Unica 2022 (che verrà resa disponibile entro il 16 marzo 2021), prima di formulare eventuali richieste di chiarimenti.

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento