http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snpen&id=./20191224/snpen@s10@a2019@n51970@tS.clean.pdf

Contratto: non solo aumenti. Il Cocer GdF spiega le novità

Con il raggiungimento di un accordo sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica, si sono concluse le procedure di concertazione inerenti al triennio 2019/2021 per il personale non dirigente, tra gli altri, della Guardia di Finanza.

Al termine di un itinerario che si è sviluppato su numerose riunioni svoltesi presso il Ministero della Pubblica Amministrazione e tenuto conto della disponibilità di risorse insufficienti a soddisfare tutte le esigenze esposte dalla Rappresentanza Militare a livello base, intermedio e centrale, sono stati ottenuti, grazie al proficuo confronto con il Comando Generale, i risultati di seguito riportati in sintesi.
Sul versante normativo:
– è stato introdotto l’istituto delle ferie solidali, che consente la cessione di giorni di licenza a beneficio di colleghi che ne hanno bisogno per esigenze di assistenza di figli minori. A tale proposito, è stata rappresentata la necessità di intervenire sulla normativa di rango primario al fine di estendere la previsione al sorgere di esigenze che riguardino anche altri congiunti stretti, tra i quali i figli maggiorenni;
– sono state previste una serie di misure in materia di tutela della genitorialità (tra cui l’esonero dalla sovrapposizione completa dell’orario di servizio tra genitori di figli fino a 6 anni dipendenti dalla stessa Amministrazione) e a tutela delle donne vittime di violenza di genere, nonché adeguato il trattamento economico di trasferimento;
– è stato precisato che i periodi di congedo parentale sono computati nell’anzianità di servizio, compresi gli effetti relativi alla maturazione della licenza ordinaria e della tredicesima mensilità;
– è stata innovata la disciplina in materia di aggiornamento scientifico, prevedendo la possibilità di fruire di otto giorni di licenza straordinaria (già riconosciuta agli ufficiali del comparto sanitario del ruolo tecnico – logistico – amministrativo) anche per i militari in servizio permanente tenuti a rispettare obblighi formativi per l’aggiornamento scientifico e il mantenimento dell’iscrizione all’albo o a un elenco professionale, ai fini dello svolgimento delle proprie attribuzioni a beneficio esclusivo dell’Amministrazione, qualora quest’ultima non vi provveda in proprio o tramite convenzioni con enti esterni.

Sul piano economico, considerato che le risorse disponibili sono state ripartite secondo un criterio che attribuisce circa l’80% al trattamento economico fondamentale e circa il 20% a quello accessorio:
– sono stati attribuiti aumenti stipendiali mensili lordi pari in media a € 13,90 a decorrere dal 1° gennaio 2019, a € 16,13 dal 1° gennaio 2020, a € 56,73 dal 1° gennaio 2021 e a € 116,55 dal 1° febbraio 2021

– l’indennità mensile pensionabile è cresciuta in media di € 59,82 a decorrere dal 1° febbraio 2021;
– a riconoscimento della specificità della Guardia di Finanza, è stata istituita una indennità per attività ispettiva tributaria, nella misura di 5 euro per turno di 6 ore, spettante ai colleghi che operano nello strategico settore dell’attività di verifica, di controllo fiscale sostanziale ai fini IVA, IIDD, IRAP, accise e altre imposte sulla produzione e sui consumi, di controllo a posteriori in materia di dazi doganali e di attività di p.g. su delega dell’Autorità giudiziaria relativamente a reati tributari;
– è stata introdotta un’indennità per i colleghi specializzati “Tecnico di Soccorso Alpino”, nella misura di 6 euro per servizi esterni di durata non inferiore a tre ore;
– sono stati rideterminati gli importi da corrispondere per la prestazione di ore di lavoro straordinario e a titolo di compenso forfetario d’impiego;
– sono state rivalutate l’indennità di missione giornaliera (rideterminata in € 24) e quella c.d. di compensazione (portata a € 12), aumentati i limiti di rimborso delle spese che i colleghi sostengono per consumare i pasti quando sono inviati in missione (fissati in € 30,55 per un pasto e in € 61,10 per due pasti), aggiornate le indennità di rischio, così come quelle di presenza notturna (portata a € 4,30/ora) e di presenza festiva (rideterminata in € 14), introdotte indennità per servizio aviolancistico, per il personale in possesso di qualifiche professionali nel settore cyber e per il personale specializzato artificiere.

Tra gli impegni assunti dal Governo figura, tra l’altro, la valorizzazione dei ruoli degli ispettori e dei marescialli al fine di riconoscerne i maggiori oneri e responsabilità in relazione allo sviluppo direttivo della carriera.

Il Consiglio ha inoltre portato avanti, per l’intera durata delle procedure di concertazione e attraverso la diramazione di un comunicato stampa nella serata del 22 dicembre u.s., il tema della ingiustificata disparità di trattamento con le Forze di Polizia a ordinamento civile in tema di pagamento delle ore di straordinario non pagate nell’anno precedente per incapienza del monte – ore, chiedendo che venisse affermato il diritto al pagamento nell’esercizio finanziario successivo a quello in cui il “taglio” è avvenuto, eliminando l’adempimento precedentemente previsto (ossia l’aver presentato istanza di riposo compensativo, non accolta per esigenze di servizio).

Tale richiesta ha provocato l’impegno formale del Governo a istituire, a partire dal prossimo mese di gennaio, un tavolo interministeriale per affrontare a 360 gradi il delicato argomento e pervenire a una soluzione che permetta di rimuovere la sperequazione esistente, da adottare attraverso l’emanazione di norme di rango primario.

A tale riguardo, il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha manifestato l’intenzione di iniziare i lavori subito dopo la pausa natalizia.

Scarica QUI il comunicato del CO.CE.R. GUARDIA DI FINANZA

Condivisione
Metti un like alla nostra pagina facebook, Clicca QUI. Ci trovi anche su Telegram, Clicca QUI. (Se non hai Telegram, Clicca QUI)
Loading...

Lascia un commento